Recensione Dead Space 2

Mamma, io AMO Dead Space 2.
Luca GambinoDi Luca Gambino (25 gennaio 2011)
Le vostre madri odiano Dead Space. Voi lo adorerete. Tanto. Si, perché se c'è un titolo capace di lasciare letteralmente inorriditi una certa parte di pubblico, quanto di affascinarne un'altra, questo è proprio Dead Space. Difficile infatti che un survival horror (o un action horror come piace chiamarlo a Electronic Arts), sia riuscito a inserire elementi così tanto splatter e violenti senza essere quasi mai eccessivo ma, al contrario, restando all'interno di una certa coerenza di fondo. D'altronde, se i tuoi nemici (ancora una volta, i Necromorfi) sono un incrocio tra le creature de “La Cosa” di Carpenter e una versione spaziale di Freddy Krueger, il minimo che ci si può aspettare sono arti che volano da tutte le parti e sangue che sgorga in quantità. Anche perché dal canto suo il nostro Isaac non disporrà del classico set di armi del classico titolo horror, quanto strumenti “di fortuna”che variano dalla sega circolare al lanciafiamme, per cui la possibilità di contraccambiare decapitazioni e mutilazioni, anche con una certa creatività, è alla portata di qualsiasi giocatore.
Dead Space 2 - Immagine 2
Dunque...due litri di latte, un kilo di pane..
Dead Space 2 - Immagine 3
Per risolvere alcuni enigmi bisogna, ecco...sporcarsi le mani..
Dead Space 2 - Immagine 4
La finestra si è appena rotta e l'ambiente è depressurizzato. Se non centrate il punto giusto, potrete dire addio alle vostre braccina..
Il set delle armi è stato comunque upgradato con qualche simpatica introduzione, come il fucile “impalatore” o armi di stampo più classico, ma sono comunque quelle taglio a fare veramente la parte del protagonista lungo l'intero arco del gioco. Esattamente come nel primo episodio le armi potranno essere migliorate tramite il ritrovamento di particolari “nodi” utilizzabili in apposite stazioni che permetteranno di poter variare caratteristiche come portata, potenza e velocità di ricarica. Isaac però non potrà contare solo sull'arsenale a disposizione per affrontare i Necromorfi ma avrà dalla sua anche alcuni power up come la stasi o la telecinesi che gli consentiranno non solo di poter rallentare i movimenti di macchinari o avversari ma anche di attirare o respingere oggetti, utilizzabili spesso come armi vere e proprie. Questi “poteri” del nostro protagonista potranno anche essere utilizzati per il puzzle solving, necessari per sbloccare aree di gioco altrimenti inaccessibili.

La natura di Dead Space 2 quindi non è cambiata rispetto al precedente episodio, anche se nel corso dello sviluppo i programmatori hanno lanciato qualche segnale che ha in un certo qual modo allarmato i fans della saga. Il cambio di location (non più sulla Ishimura ma all'interno di una colonia umana) e l'utilizzo di "strutture aperte" hanno preoccupato chi, e noi siamo tra quelli, hanno apprezzato la natura claustrofobica del primo Dead Space. Bastano però i primi minuti di gioco in questo secondo episodio per capire come la vera essenza del gioco non sia stato affatto stravolta. Anzi. Alcuni elementi essenziali, tra cui le stesse animazioni di Isaac, sono stati resi più fluidi e sono quindi accessibili con una maggiore semplicità rispetto al passato, lasciando ancora una volta la scena alla capacità di ambienti e situazioni di creare quel palpabile clima di tensione che accompagna, in crescendo, il giocatore lungo i dodici livelli che compongono la spina dorsale di Dead Space 2.
 

Messa in cantiere la Ishimura (ma non è detto che non risalti fuori....), il nuovo set è costituito da una colonia umana dove il nostro protagonista si risveglia senza avere memoria dei tre anni trascorsi dai tristi eventi che sono stati coperti come un "attacco terroristico". Il cambio di ambientazione non ha però portato sostanziali modifiche al ritmo di gioco. Ambienti più grandi e meno angusti rispetto alla famosa astronave del precedente capitolo non hanno comunque impedito ai designer di ricreare location altrettanto sinistre e inquietanti. Un centro commerciale, un asilo infantile sono capaci di trasformarsi in pochi secondi nel set di un film dell'orrore. I Visceral d'altronde non hanno perso il vizio di mettere in gioco anche inquietanti figure infantili trasformate in zombi (che tante critiche hanno portato dopo Dante's Inferno) ed ecco quindi ritrovarci non solo piccole creature accorrere in gran numero verso di voi (e vi assicuriamo, NON vogliono abbracciarvi), ma troverete anche piccoli in fasce che strisceranno nella vostra direzione (con tanto di vagiti e lamenti) per poi lasciarsi esplodere.

Insomma, un Grand Guignol interattivo che, su indicazione dei fans, ha aumentato in maniera significativa il livello di "gore & splatter"  e che proprio per questo è così tanto amato dal pubblico e odiato dalle mamme. L'aumento delle dimensioni della mappa di gioco ha portato però la necessità di fornire indicazioni utili al giocatore per ritrovare in un attimo non solo la strada d'uscita per completare il livello di gioco, ma anche per orientarsi verso i save points e i vendor, sparsi nel dedalo d'ambienti adesso decisamente più vasto rispetto al passato. Per fare questo i Visceral hanno ripreso il concetto del "segnale luminoso" usato in precedenza da Isaac, adattandolo alle nuove esigenze. Una volta attivato il segnale, tramite la pressione dello stick destro, potremo agire sul D-Pad per scorrere le tipologie di servizi di cui potremmo avere bisogno. Ad ognuno di essi corrisponde un segnale luminoso di differente colore che dovremo seguire per giungere tranquillamente a destinazione.
Dead Space 2 - Immagine 6
Gli updgrade delle armi avverrà tramite l'utilizzo dei nodi che troverete sparsi negli ambienti.
Dead Space 2 - Immagine 7
Sviscerare i corpi dei necromorfi vi riserverà qualche piacevole sorpresa.
Dead Space 2 - Immagine 8
Isaac potrà infilarsi in alcuni cunincoli per raggiungere stanza inaccessibili.
12

Dead Space 2

Disponibile per: PS3 , Xbox 360, PC
Dead Space 2 PS3 Cover
Empire
The Big Bang Theory

5

The Big Bang Theory

It all started with the Big Bang!

Chernobyl

2

Chernobyl

Sky e HBO ci mostrano senza troppi filtri il disastro nucleare più famoso della storia.

Good Omens
Good Omens

Pronti all'Armageddon più divertente di sempre?

Dead To Me
Dead To Me

Un cadavere, due amiche, un segreto.

Il Trono di Spade

6

Il Trono di Spade

The Iron Throne

Empire
Bloodstained: Ritual of the Night

1

Bloodstained: Ritual of the Night

Il ritorno in auge di Koji Igarashi

F1 2019

5

F1 2019

Formula 2, eSport e tante novità nella versione 2019 di Formula 1

Judgment

4

Judgment

SEGA inaugura una nuova saga dalle ceneri di Yakuza

Super Cane Magic ZERO

1

Super Cane Magic ZERO

Un buon action RPG dalla trama surreale

Spellforce 3: Soul Harvest
Spellforce 3: Soul Harvest

Ritornando tutti a casa