Tiscali

Recensione Daytona USA 2001

Redazione GamesurfDi Redazione Gamesurf (24 dicembre 2000)
Negli ultimi anni il settore dei coin op è andato incontro ad un'inesorabile crisi dovuta in parte ad una disaffezione verso l'ambiente da parte dei giocatori, ma soprattutto all'affiancarsi della tecnologia delle console da casa con quella delle costose schede dedicate. Probabilmente il periodo in cui si sperava di più in una ripresa del mercato è stato quello che ha visto comparire schede come la Model 1 e il System 11 della Namco. In un periodo in cui le console erano nella stragrande maggioranza dei casi a 16 bit (Jaguar e 3DO sono eccezioni su cui possiamo stendere un velo funebre...) questi mostri mangiapoligoni offrivano una grafica 3D lontana dalla più folle immaginazione dei creatori di Starglider, il primo gioco a implementare i poligoni solidi al posto del wireframe. Ai tempi la competizione tra Sega e Namco era soprattutto sui giochi di guida e, dopo l'esordio di Virtua Racing, fu il turno di Ridge Racer di ricevere i consensi dei giocatori. La casa di Sonic però era tutt'altro che sconfitta e, combinando l'esperienza del team AM2 con la nuova scheda Model 2, tirò fuori dal cilindro Daytona USA! Il gioco era un vero e proprio capolavoro di pulizia grafica e uso delle texture, senza contare la grande giocabilità e la possibilità di giocare in multiplayer dai due giocatori in su grazie ai cabinati multipostazione
Daytona USA 2001 - Immagine 1
Un bel tramonto è quello che ci vuole per un bella corsa folle
Non a caso molti addetti del settore considerano Daytona degno di essere citato assieme ad altri giochi storici come Out Run e la saga di Final Lap come maggiori esponenti dei racing game di stampo arcade. Con l'arrivo delle console a 32 bit la Sega decise di effettuarne una conversione per l'allora nascituro Saturn, però il progetto non andò in porto nel migliore dei modi a causa della difficoltà di programmazione che affliggevano la console. Il risultato fu un gioco che manteneva lo spirito dell'originale da sala, a patto di digerire un frame rate bassino e un bad clipping imperante. Più avanti a seguito dell'uscita delle librerie software 2.0 del Saturn fu realizzato Daytona Circuit Edition, un remake che aggiungeva alcuni tracciati nuovi di zecca e sistemava molti dei difetti grafici. Sfortunatamente i lavori furono affidati ad un team della Sega of America che, pur brillando dal punto di vista della programmazione, non era riuscito a catturare il gameplay vincente dell'arcade e della prima conversione. A distanza di anni finalmente gli utenti del Dreamcast possono finalmente mettere le mani su una conversione più che perfetta dell'originale
0 commenti

Daytona USA 2001

Daytona USA 2001 Dreamcast Cover
Empire
The Big Bang Theory

5

The Big Bang Theory

It all started with the Big Bang!

Chernobyl

2

Chernobyl

Sky e HBO ci mostrano senza troppi filtri il disastro nucleare più famoso della storia.

Good Omens
Good Omens

Pronti all'Armageddon più divertente di sempre?

Dead To Me
Dead To Me

Un cadavere, due amiche, un segreto.

Il Trono di Spade

6

Il Trono di Spade

The Iron Throne

Empire
The Sinking City

5

The Sinking City

Frogwares ci promette la follia di Lovecraft

Samurai Shodown

7

Samurai Shodown

Il grande ritorno di un autentico mito

Car Mechanic Simulator

1

Car Mechanic Simulator

Tutto il fascino del lavoro del meccanico senza dovervi sporcare di grasso..

eFootball PES 2020

1

eFootball PES 2020

Abbiamo provato il nuovo capitolo del calcistico di Konami!

Verona Comic Fest 2019

1

Verona Comic Fest 2019

A tu per tu con i mitici Oliver Onions!