Recensione Call of Duty: Black Ops

Dopo una lunghissima attesa, siamo riusciti a mettere mano sull'ultima fatica di Treyarch
Roberto Vicario Di Roberto Vicario
La storia si svilupperà su un totale di 16 missioni e giocato a livello normale ci vorranno più o meno 6 ore per portarla a termine. Ovviamente settando la difficoltà su esperto o veterano la sfida si farà più impegnativa. L'IA nemica già a livello normale, ci è sembrata discretamente sviluppata, giocata a livello veterano la sfida diventa davvero impegnativa e giocabile solo da chi è veramente esperto e soprattutto paziente, dato che basta un proiettile ben assestato per abbatterci. Un difetto che abbiamo riscontrato riguarda i checkpoint, veramente mal distribuiti. Se malauguratamente doveste morire all'interno di un livello molto spesso vi capiterà di dover rigiocare buona parte del livello stesso. Cosa che, alla lunga, potrebbe rivelarsi particolarmente frustrante, specialmente se affronterete il gioco alla massima difficoltà.
Call of Duty: Black Ops - Immagine 7
Call of Duty: Black Ops - Immagine 8
Call of Duty: Black Ops - Immagine 9
COMPAGNI IN GUERRA
Passando al comparto multiplayer, anche qui le novità sono davvero sostanziose. La prima che ci è stata fatta provare si chiama Ante up, e contiene quattro nuove modalità di gioco chiamate: Gun Game, Stick and stone, one in the chamber e sharpshooter. Ogni modalità ha delle regole bene precise. In one in the chamber, ad esempio, avremo solamente pistola, coltello, 3 vite e un solo proiettile in canna, che ci verrà restituito solo se con il proiettile in canna uccideremo un nostro nemico. In Gun game invece ad ogni kill ci verrà cambiata l'arma, vince il primo che uccide gli avversari con tutti e 20 i tipi di armi. Modalità che sono risultate molto divertenti ed estremamente giocabili. Ma la grande novità del gioco riguarda i COD credits, una vera e propria moneta all'interno del gioco per comprare qualsiasi tipo di oggetto.
Pur rimanendo i livelli di esperienza, questi serviranno per sbloccare le varie armi, perk o killstreak ma potranno essere effettivamente usati solamente una volta che li avremo comprati con i crediti di gioco. Inutile negare che questo sistema aumenta ulteriormente la personalizzazione del personaggio, dato che il giocatore sarà invogliato solamente a spendere crediti - che si acquisteranno durante le varie partite di gioco - solamente per gli oggetti o per le armi che preferisce. Altra interessante novità è data dalla possibilità, finalmente, di giocare in split screen online con un amico, modalità già presente in Halo ad esempio, ma che farà sicuramente piacere anche ai fan di questa saga. Infine ci è stato mostrato la modalità theatre che ci permette di registrare i momenti salienti delle nostre partite e condividerli con i nostri amici sul sito del gioco.

In generale dopo aver provato per un discreto periodo di tempo la modalità multi del gioco, abbiamo notato come il tutto sia stato livellato per rendere più livellata l'azione di gioco. L'inserimento di alcuni perk e la cancellazione di alcune killstreak - come la bomba atomica - rendono il gioco sicuramente più omogeneo, creando meno disparita  tra i videogiocatori. La nostra prova purtroppo ci ha fatto giocare solo a partite multiplayer in locale, e quindi non abbiamo avuto modo di testare se il net code sia stabile oppure se i cronici problemi della serie - lag, e power host - siamo ancora presenti. A tutto questo va ovviamente aggiunta l'ormai famosa modalità zombie, che ci viene riproposta in maniera del tutto simile a quanto avevamo visto in World at war con l'aggiunta di 3 nuovi livelli, e una chicca che non vogliamo assolutamente svelarvi. In tutto questo oceano di novità siamo rimasti un po' delusi dal fatto che sia stata eliminata la modalità cooperativa per la campagna in singolo, anche se a discolpa di questa decisone da parte di Treyarch, c'è una trama che non predispone alla cooperativa.

A conti fatti siamo rimasti veramente soddisfatti, Treyarch è finalmente uscita allo scoperto dimostrandosi una software house con talento e idee. Questo Black Ops è un titolo epico, ricco di personalità e con una trama degna di un film Hollywodiano, che probabilmente setterà nuovi standard all'interno del genere. Se i presupposti sono questi, nonostante la disfatta di Infinity ward, sia i fan della serie che Activision possono dormire sonni tranquilli. Cosigliato a tutti.
Call of Duty: Black Ops - Immagine 10
Call of Duty: Black Ops - Immagine 11
Call of Duty: Black Ops - Immagine 12
12
9,5
A conti fatti siamo rimasti veramente soddisfatti, Treyarch è finalmente uscita allo scoperto dimostrandosi una software house con talento e idee. Questo Black Ops è un titolo epico, ricco di personalità e con una trama degna di un film Hollywodiano, che probabilmente setterà nuovi standard all'interno del genere. Se i presupposti sono questi, nonostante la disfatta di Infinity ward, sia i fan della serie che Activision possono dormire sonni tranquilli. Cosigliato a tutti.
voto grafica9
voto sonoro9
voto gameplay9,5
voto durata10