Recensione Amore, cucina e curry

Lasse Hallstr÷m riporta il gastroromanticismo al cinema
Elisa Giudici Di Elisa Giudici(17 ottobre 2014)
Due produttori come Steven Spielberg e Oprah Winfrey e un titolo italiano che contiene la consolidata variante di "amore e" suggeriscono giÓ tantissimo su "The Hundred-Foot Journey". Tratto dall'omonimo romanzo di Richard C. Morais, il film si dimostra essere la commedia romantica con tocco enogastronomico che mancava da un po' nei nostri cinema, considerando questo momento in cui il bel e buon mangiare ha conquistato ogni media (e social media) senza fare prigionieri.
Amore, cucina e curry - Immagine 6
Nonostante fosse impegnato in tutt'altro, il regista "Chocolat" Lasse Hallstr m Ŕ stato richiamato per girare un film che ha parecchi punti in comune con il capostipite di una nuova era di cibo romantico al cinema. Anche questa volta l'arrivo di estranei venuti da lontano in una piccola, incantevole cittadina viene accolto con sospetto e garbato astio, rivelandosi invece salvifico e sorprendente dal punto di vista gastronomico.
Stavolta a scompigliare la tranquilla vita di un paesino francese ci penserÓ una famiglia indiana in fuga dalle violenze del proprio Paese. La decisione del capofamiglia (Om Puri) di aprire un locale indiano economico proprio di fronte a un elegante ristorante francese a caccia della seconda stella Michelin farÓ scoppiare una guerra culinaria tra il giovane cuoco indiano Hassan (Manish Dayal) e la manager del distinto locale, Madame Mallory (Helen Mirren).
Il resto potete anche immaginarlo: sorpresa, schermaglie comiche, aiuto inaspettato, stima reciproca, vicinanza, amicizia e infine amore. Il problema Ŕ proprio questo: il film (e forse anche il romanzo?) non riesce mai a sorprendere, ad andare oltre lo stereotipo che lo sgraziato titolo italiano suggerisce.
Pur rimanendo nello stesso filone, siamo lontani anni luce da "Chocolat" o "Julie & Julia", film che usavano le sontuose, ricercatissime scene tra piatti e fornelli per dire o fare qualche d'inaspettato, anche solo creare un'atmosfera sottilmente sensuale o investire lo spettatore con un'inaspettata nota amarissima.
Amore, cucina e curry - Immagine 4
Amore, cucina e curry - Immagine 2
Amore, cucina e curry - Immagine 3
Qui invece il piacere del cibo Ŕ fine a se stesso, mentre la trama romantica Ŕ tanto prevedibile da essere sterile, affossata ancor di pi¨ dalla bidimensionalitÓ e dal lieve razzismo che permane tutta la questione indiana. Persino la sorpresa pi¨ gradevole del cast, Charlotte Le Bon - graziosissima e frizzante, circondata da un'essenza deliziosamente francese - viene oscurata da una sceneggiatura che a un certo punto la mette da parte, le impedisce di evolversi (in meglio o in peggio) e infine la castiga in un ruolo dimesso da donna d'altri tempi.
Amore, cucina e curry - Immagine 9
Se amate il genere culinario, Amore, cucina e curry vi proporrÓ un viaggio (purtroppo solo visivo) succulento, tra piatti invitanti e scorci pittoreschi forse un po' stucchevoli ma pieni di grazia d'annata. Purtroppo Ŕ incapace di dare sostanza al suo contenuto, presentando un piatto visivamente ineccepibile ma dal sapore sciapo. due testoni

Amore, cucina e curry

Amore, cucina e curry Cover
  • Titolo Originale: The Hundred-Foot Journey
  • Regia: Lasse Hallstr÷m
  • Produzione: Amblin Entertainment, DreamWorks Studios, Harpo Films
  • Nazionalità: Stati Uniti,India
  • Distributore: Universal Pictures
  • Sceneggiatura: Steven Knight
  • Genere: commedia romantica
  • Durata: 122 min.
  • Sito ufficiale
  • Data di uscita: 9 ottobre 2014
  • Cast: Helen Mirren, Manish Dayal, Charlotte Le Bon, Om Puri, Amit Shah, Farzana Dua Elahe, Dillon Mitra, Aria Pandya
Empire
La veritÓ sul caso Harry Quebert
La veritÓ sul caso Harry Quebert

Una serie che non ti molla fino all'ultima sequenza

Homecoming
Homecoming

Un drama raffinato in cui niente Ŕ come sembra

Il Nome della Rosa
Il Nome della Rosa

Il romanzo di Umberto Eco diventa una serie TV

American Gods

3

American Gods

Gli dei vecchi e nuovi secondo Neil Gaiman

The Umbrella Academy

3

The Umbrella Academy

I nuovi supereroi targati Netflix

Empire
A un metro da te
A un metro da te

Giovani, innamorati e malati

Scappo a casa
Scappo a casa

Chi fa da sÚ fa per tre?

Gloria Bell
Gloria Bell

Juliane Moore si prende un remake tutto per sÚ

Detective per caso
Detective per caso

Non c'Ŕ niente che una buona indagine non possa risolvere

Una giusta causa
Una giusta causa

Quando la forza delle idee pu˛ guidare il cambiamento sociale