Recensione Amici come prima

Boldi e De Sica tornano insieme sul grande schermo, ma la sceneggiatura non li aiuta
Luigi Bruzzone Di Luigi Bruzzone(10 dicembre 2018)

Dopo aver diretto per anni un prestigioso hotel di Milano, Cesare viene improvvisamente licenziato dalla nuova dirigenza. Senza soldi e senza il coraggio di dirlo alla moglie, decide di camuffarsi da donna per diventare la nuova badante (ben pagata) del presidente del gruppo in pensione. ╚ solo l’inizio di una serie di peripezie per non essere scoperto...

A tredici anni dalla sua ultima regia cinematografica (The Clan, del 2005) e dalla sua ultima apparizione insieme a Massimo Boldi (Natale a Miami, sempre 2005), Christian De Sica torna dietro la macchina da presa, chiamando proprio l’ex compagno di cinepanettoni a interpretare una commedia degli equivoci che strizza l’occhio, da un lato a Mrs. Doubtfire e A qualcuno piace caldo e dall’altro a Quasi amici.

I modelli sono elevati e le intenzioni decisamente buone: raccontare – utilizzando una struttura da pochade – una strampalata amicizia che nasce da un escamotage dovuto a necessitÓ. E qua e lÓ, a dire il vero, la pellicola di De Sica riesce pure a indovinare qualche momento azzeccato, specie quando evidenzia la complicitÓ tra i due protagonisti, che si tratti di momenti comici (le numerose gag allusive di Boldi) o di quelli pi¨ agrodolci (l’alleanza fra i due a danno dei ‘cattivi’).

Quello che manca, per˛, Ŕ una corretta amalgama fra le varie componenti della sceneggiatura: la storia – scritta a otto mani – sembra essere sempre indecisa sulla strada da prendere, e quando tenta di innestarsi sui binari della commedia sofisticata, puntualmente vira in direzione della farsa natalizia, lasciando nello spettatore la delusione per quello che il film poteva essere e invece non sarÓ.

Amici come prima - Immagine 3

Tutti i temi sfiorati nel film (la confusione dei sessi, la disoccupazione in etÓ avanzata, l’amicizia tra persone di differenti classi sociali, l’inaspettata aviditÓ dei familiari) rimangono sempre sullo sfondo, senza un vero approfondimento. Christian De Sica, che pure a livello di regia e interpretazione non sfigura, cerca disperatamente di accontentare tutti i tipi di pubblico: da quello del cinepanettone a quello dei suoi musical teatrali, ma esita a compiere una scelta precisa, finendo per scontentare tutti. Massimo Boldi ormai va col pilota automatico e in un certo senso il suo personaggio risulta quasi un malinconico alter-ego.

Non Ŕ per˛ tutto da buttare: De Sica, quando cerca l’effetto nostalgia, centra quasi sempre il bersaglio e tutto il film Ŕ permeato da una atmosfera di rimpatriata che impedisce alla pellicola di farsi detestare. L’ultima, emblematica, sequenza (il film nel film) conferma l’impressione: chissÓ che alla sua prossima prova, il regista di Ricky & Barabba non decida di compiere scelte pi¨ coraggiose. Per il momento, siamo appena un gradino sopra Natale in India.

Amici come prima
Amici come prima - Immagine 213424
Amici come prima - Immagine 213423
Amici come prima - Immagine 213422
Amici come prima - Immagine 213421
Amici come prima - Immagine 213420
Amici come prima - Immagine 213419
Amici come prima - Immagine 213418
Amici come prima - Immagine 213417
Amici come prima - Immagine 213416
Amici come prima - Immagine 213415

Christian De Sica torna alla regia e si riunisce con Massimo Boldi: il risultato Ŕ un film nÚ carne nÚ pesce, pieno di spunti ma povero nell’esecuzione. Peccato, perchÚ le premesse per una commedia nostalgica c’erano tutte.

Amici come prima

Amici come prima Cover
  • Regia: Christian De Sica
  • Produzione: Indiana Production, Medusa Film
  • Nazionalità: Italia
  • Distributore: Medusa Film
  • Genere: Commedia
  • Cast: Christian De Sica, Massimo Boldi, Maurizio Casagrande, Lunetta Savino, Regina Orioli, Francesco Bruni
Empire
La veritÓ sul caso Harry Quebert
La veritÓ sul caso Harry Quebert

Una serie che non ti molla fino all'ultima sequenza

Homecoming
Homecoming

Un drama raffinato in cui niente Ŕ come sembra

Il Nome della Rosa
Il Nome della Rosa

Il romanzo di Umberto Eco diventa una serie TV

American Gods

3

American Gods

Gli dei vecchi e nuovi secondo Neil Gaiman

The Umbrella Academy

3

The Umbrella Academy

I nuovi supereroi targati Netflix

Empire
Shazam!
Shazam!

Basta una parola per diventare un supereroe!

Instant Family
Instant Family

Si ride e si piange nel nuovo dramedy di Sean Anders

Captive State

1

Captive State

Gli alieni sono arrivati e governano la Terra

Ricordi?
Ricordi?

Luca Marinelli e Linda Caridi innamorati imperfetti ed attori di grande talento

Avengers Endgame
Avengers Endgame

Dove siamo rimasti? Facciamo ordine nell'MCU prima della battaglia finale.