"The Last of us mi ha cambiato la vita. Grazie". Su Twitter il messaggio che commuove

'The Last of us mi ha cambiato la vita. Grazie'. Su Twitter il messaggio che commuove
Tiscali GameSurf

Come vi abbiamo già detto nel nostro speciale, The Last of Us è stato un gioco capace di aprire importanti porte di carattere sociale e culturale verso temi che prima erano trattati in modo troppo superficiale e quasi “per dovere di cronaca”. Al contrario, il team di Neal Druckmann è stato capace di trovare la giusta chiave di volta per rappresentarlo con il rispetto che merita.

La prova (se così vogliamo chiamarla), arriva proprio con la seconda parte del gioco. Attraverso un tweet sulla propria pagina personale, l’utente che si fa chiamare Juji ha postato gli screenshot di un messaggio di suo cugino, l’unico suo parente a non avere accettato la sua omossessualità.

Nel messaggio il ragazzo confessa che mentre stava giocando con The Last of Us parte 2 ha rivisto sua cugina in Ellie ,  prendendone le parti, ha capito come è la felicità l’unica cosa che conta nella vita, non importa accanto a chi. Il ragazzo si è poi scusato dicendole che appoggia la sua ricerca della felicità.

Juji ha poi ringraziato pubblicamente Naughty Dog e Sony per l’incredibile lavoro svolto.