Take 2 ha coinvolto investigatori privati per una fuga di notizie

Pessima figura

Take 2 ha coinvolto investigatori privati per una fuga di notizie
Tiscali GameSurf

La storia, in breve: qualche mese fa lo Youtuber SupMatto ha pubblicato un video dove mostrava alcune schermate non ufficiali del beta testing di Borderlands 3, parlando apertamente di una particolare estensione studiata per interfacciare il gioco a Twitch e di altre informazioni che non erano ancora state rese pubbliche. 

Il video dello Youtuber ha messo in allarme Take 2, che ha cercato di fare chiarezza all'interno della sua struttura organizzativa per capire da dove arrivasse la fuga d'informazioni verso l'esterno. L'apice della vicenda è contenuta nel video che riportiamo a fondo news, dove lo stesso youtuber racconta di come due investigatori privati si siano presentati presso la sua abitazione, facendogli domande sulle informazioni inerenti Borderlands 3.

Messi di fronte al fatto accaduto, e forse preoccupati dall'hashtag #BoycottBorderlands3 che stava scalando i trend di Twitter, immediatamente dopo il video di SupMatto, Take 2 ha fatto chiarezza sul suo operato, ammettendo di aver utilizzato degli investigatori privati come parte integrante delle indagini volte a fare chiarezza sulla fuga di notizie di qualche mese prima.

Direi che si sta un filo esagerando. O no?