Massive conferma l'assenza del Matchmaking nei raid di The Division 2

E motiva la scelta con una considerazione forse condivisibile

Massive conferma l'assenza del Matchmaking nei raid di The Division 2
Tiscali GameSurf

Come tutti i possessori di The Division 2 sapranno, a partire da oggi sarà possibile affrontare il Raid Operazione Ore Buie inserito nell'ultimo aggiornamento del gioco. A questo proposito, durante l'ultimo live stream dedicato al gioco, il team Massive ha ribadito che il Raid (giocabile fino ad un massimo di otto agenti) non permetterà di reperire agenti sfruttando il consueto matchmaking, ma dovrà essere affrontato reperendoli "manualmente".

Il team di sviluppo ha poi precisato che la decisione non è stata presa in conseguenza di qualche problema di natura tecnica, ma solo in funzione dell'idea di fondo legata proprio ad un'attività come questa:

"Abbiamo deciso di non includere il matchmaking, dal momento che non pensiamo che ciò possa offrire una buona esperienza di gioco per i gruppi casuali. Il Raid metterà alla prova la capacità comunicativa degli agenti, e richiederà un grande lavoro di squadra per superare determinati scontri.

Finire in un gruppo che non parla la stessa lingua e che presenta agenti con abilità troppo simili rischierebbe di mortificare l'esperienza di gioco complessiva, ed è una cosa che vorremmo evitare".