Google Stadia si sta rivelando un flop di vendite?

Primi dubbi sulla piattaforma Google

Google Stadia si sta rivelando un flop di vendite?
Tiscali GameSurf

Dopo gli articoli apparsi la scorsa settimana, che hanno accompagnato il lancio della "non console" di casa Google, appaiono i primi dati relativi alle vendite del servizio, e non sono certo molto incoraggianti. Pare infatti che gli utenti che abbiano dato fiducia al gigante di Mountain View siano stati davvero pochini, sicuramente al di sotto delle aspettative, soprattutto all'interno di un settore che abbonda di Early Adopters.

Sarà la scarsa fiducia della tecnologia in streaming, saranno forse i pochi giochi (solo 22), attualmente presenti in catalogo, sta di fatto che Stadia non ha fatto breccia nei cuori dei videogiocatori più irriducibili, che hanno anche messo in dubbio l'effettiva qualità del servizio.

Sembra infatti che i tanti sbandierati 4K nativi siano in realtà un "accrocchio" e che quanto riprodotto sui nostri monitor sia in realtà frutto di un elaborato upscale di un segnale nativo che si ferma ai canonici 1080p. Google si è vista costretta a intervenire sull'argomento, dicendo che il supporto dato agli sviluppatori è il migliore possibile per ottenere la massima qualità video disponibile, ma sicuramente la risposta non ha tranquillizzato i più fanatici sostenitori della qualità ad ogni costo.

Nel frattempo sono stati rivelati i due giochi free del mese di Dicembre, ovvero Tomb Raider  Definitive Edition e Farming Simulator 19 Platinum Edition. Insomma, un lancio con il freno a mano tirato, ma siamo solo agli albori del servizio e la strada è ancora lunga.

O no?