Windows 11 farà sul serio con il gaming

Il gaming su PC prende qualche novità in prestito dalle console

di Gamesurf Newser

Il 24 giugno Microsoft ha annunciato al mondo la nuova versione del suo sistema operativo: Windows 11. Fra le novità sbandierate, figurano due importanti soluzioni già adottate in ambiente Xbox: l'Auto HDR e il Direct Storage. L'high dynamic range è una tecnica video che va a migliorare diversi aspetti a schermo come luminosità, ombre, contrasto, colori, aumentando i dettagli visibili e in generale la qualità dell'immagine. L'Auto HDR promette, grazie ad un algoritmo, di fornire questa feature anche a quei giochi che non la supportano nativamente.

Il Direct Storage invece è una API di DirectX che ottimizza il caricamento dei dati dall'hard disk, riducendo significativamente i tempi di caricamento. Per usufruire dell'Auto HDR sarà necessario un monitor HDR, mentre per il Direct Storage occorrerà un hard disk SSD NVMe con almeno un terabyte di capacità e una scheda grafica che supporti i driver DirectX 12 Ultimate.