Videogiochi: Il mercato supera quello del cinema e dello sport

Videogiochi: Il mercato supera quello del cinema e dello sport
Tiscali GameSurf

L’effetto del COVID sul mondo del videogioco è stato, inutile dirlo, tristemente positivo. Costretti a casa per la maggior parte del tempo, gli appassionati di videogames si sono “attaccati” agli store virtuali acquistando giochi come mai prima d’ora. A fare da contraltare c’è invece il mondo dello sport, “spogliato” dalla sua componente umana, che non solo garantiva introiti “freschi” ogni settimana, ma dava anche quel tocco di colore che ormai da un anno è assente da tutti gli stadi.

Sono sicuramente queste le due componenti che hanno fatto sì che nell’anno ormai trascorso, il settore del videogioco sia letteralmente decollato in termini di introiti, risultando superiore a quello della musica e dello sport tradizionale messi assieme. Un’analisi un po' ingiusta, ma che evidenzia come i videogiochi stiano diventando sempre più lo strumento di intrattenimento numero uno. I dati parlano di un 20% di incremento nel giro d’affari legato al mondo dei videogames, con un introito complessivo di 198 miliardi di dollari, contro i 175 del mondo dello sport. Incredibile anche il balzo in avanti del mercato dei giochi mobile, che ha conosciuto una crescita del 25% rispetto al 2019, prendendosi quindi una fetta di ben 87 miliardi nel computo totale del mercato del gaming.