Gamesurf

Videogame, il tributo delle Olimpiadi

Videogame, il tributo delle Olimpiadi
Tiscali GameSurf

Il 23 luglio sono ufficialmente cominciati i Giochi della XXXII Olimpiade a Tokyo e abbiamo assistito subito a una grande sorpresa. Durante la cerimonia di apertura le delegazioni di atleti, al loro ingresso nello Stadio nazionale del Giappone, hanno trovato ad attenderli un accompagnamento musicale che sarà sembrato familiare a chi ha dimestichezza col videoludo: il comitato organizzatore, infatti, ha deciso di utilizzare i brani presi da alcuni fra i videogame più popolari di produzione nipponica.

Nell'impianto sportivo hanno quindi risuonato le versioni orchestrali di grandi classici tratti da titoli come Chrono Trigger, Final Fantasy, Monster Hunter, Sonic e altri ancora, per un totale di 19 canzoni. Nella scelta dei brani, non si può fare a meno di notare anche una assenza importante, come quella di Nintendo. Con questa iniziativa, il Giappone ha inteso omaggiare una delle industrie più in vista del paese, nonché offrire uno dei riferimenti culturali più riconoscibili al pubblico di tutto il mondo. L'ovvio presupposto di questa decisione è che al videogame venga riconosciuta la medesima dignità degli altri media, un atteggiamento che ci farebbe molto piacere vedere anche in Italia.