Gamesurf

Valve aveva in cantiere un grande progetto sci-fi

Purtroppo non ha mai visto la luce del giorno

Tiscali GameSurf

Una delle prerogative di Valve che più diverte il pubblico è l'apparente "incapacità" di contare fino a tre: tutte le sue saghe più famose, come Left 4 Dead o Team Fortress, sono ferme alla numerazione ufficiale 2. La serie più iconica, Half-Life, ha schivato anch'essa il numero tre, chiamando il terzo capitolo Alyx. Il popolo di Internet ci ride sopra e l'azienda di Seattle sta allo scherzo, come testimoniato da Gabe Newell e il suo cameo nel videoclip "Count to three".

Ma non sono stati solo i terzi capitoli a non aver mai visto la luce del giorno in casa Valve: una decina di anni addietro c'è stato infatti il progetto di un gioco a tema pirati spaziali. Gli artwork trapelati, illustrazioni di città futuristiche, astronavi, personaggi e creature aliene, lasciano intendere una grande ambizione di base. Purtroppo, come rivelato da Gabe Newell nel 2012, quest'opera intitolata Stars of Blood è stata tagliata. Forse era troppo ambiziosa anche per degli sviluppatori al top come Valve? In ogni caso, è un peccato che il progetto sia rimasto incompiuto.