Ubisoft sarà meno presente sui giochi tripla A per favorire free to play

Meno tripla A, più giochi free to play. Questa sembra essere la nuova strada che intende intraprendere Ubisoft. Alla base la buona esperienza di Hyper Scape

Ubisoft: meno giochi Tripla A a favore dei free to play
Tiscali GameSurf

Nel corso della periodica call con gli azionisti, Ubisoft ha delineato un interessante approccio verso i titoli tripla A nel prossimo futuro. Secondo la software house transalpina, infatti, il costante rilascio di giochi di alto profilo potrebbe non essere più l’unica strada per permettere alla società di essere remunerativa. L’esperienza accumulata con il buon Hyper Scape ha sicuramente fatto riflettere i vertici Ubisoft, che ora si dicono fiducioso nel portare l’elemento della gratuità e alcune particolari forme di gioco (il Battle Royale su tutti), anche all’interno dei loro franchise più amati e conosciuti.

Il primo della lista è proprio il recente The Division Heartland, che porterà elementi vicini a giochi come Apex Legends e Warzone all’interno dell’ottimo setting di The Division. Questo non significa, ribadisce il portavoce di Ubisoft, che non arriveranno più i giochi tradizionali ma che, al contrario, saranno affiancati anche da altri giochi capaci di supportare la community ed espanderne la lore.