Gamesurf

Top Gun: Maverick ecco quanto sono costati i jet

Gli attori sono saliti a bordo, ma senza poter toccare i comandi

Top Gun: Maverick ecco quanto sono costati i jet
Tiscali GameSurf

Da pochi giorni Tom Cruise è tornato nei cinema con Top Gun: Maverick, il sequel del film cult degli anni '80 che si è fatto attendere molto a lungo. Qui su Gamesurf ci è capitato più volte di soffermarci su Maverick e oggi vogliamo condividere una curiosità sui costi di uno degli elementi chiave della pellicola: gli aerei. La marina dell'esercito americano ha messo a disposizione diverse strutture per il film, fra cui anche la portaerei Abraham Lincoln e ovviamente i jet: nel 2018, al tempo delle riprese, i F/A-18 Super Hornet utilizzati sono stati affittati per 11.374 dollari all'ora.


Può sembrare una cifra esorbitante, ma è molto più onesta di quel che appare: il costo di servizio per questo modello di aeroveicolo è infatti stimato intorno agli 11.000 dollari all'ora. La marina lo ha messo a disposizione della produzione cinematografica senza aggiungere sovrapprezzi, probabilmente perché Maverick rappresenta il migliore spot per il reclutamento di future leve nell'aviazione. Gli attori hanno viaggiato sui Super Hornet da passeggeri, per capire cosa provino realmente i veri piloti, ma è stato loro proibito di toccare i controlli dei jet.


Non si tratta semplicemente di una questione di buon senso, c'è una ragione specifica: come spiega Glen Roberts, capo dell'ufficio media del Pentagono, ai civili è vietato prendere il controllo degli asset del Dipartimento della Difesa americano. Prima di salire sui Super Hornet, gli attori hanno dovuto sostenere un corso relativo a come eiettarsi dall'aereo in caso di emergenza e come sopravvivere in mare.