Gamesurf

RimWorld bannato in Australia dopo anni dall'uscita

Il corrispettivo australiano del PEGI combina disastri

RimWorld bannato in Australia dopo anni dall'uscita
Tiscali GameSurf

RimWorld è un videogame dove si simula la costruzione di colonie spaziali, rilasciato su Steam nell'ottobre del 2018. Il gioco non presenta contenuti particolarmente scabrosi per gli standard del media: sequenze di combattimento con coloni e alieni, ma la grafica bidimensionale stilizzata rende tutto molto poco cruento. Tanto è bastato però all'Australian Classification Board per rifiutare la classificazione della versione console, vale a dire per impedirne la commercializzazione: a differenza del PEGI che usiamo in Italia, il sistema di classificazione australiano è vincolante ai fini della circolazione di un prodotto.

Questo rifiuto ha fatto scattare anche il ban della versione Steam, nonostante sia in vendita da quasi tre anni e mezzo. Gli utenti australiani che già hanno RimWorld sul loro account non ne saranno affetti, ma tutti gli altri non possono né comprare una copia dal negozio, né riscattare una chiave. Gli sviluppatori di RimWorld denunciano che questa assurda conseguenza sia scattata all'improvviso, senza alcun preavviso e non poteva nemmeno essere prevista: in passato, infatti, quando si sono verificate situazioni analoghe (per Disco Elysium, ad esempio), la versione PC è rimasta regolarmente in commercio.