Gamesurf

Microsoft conferma CoD multipiattaforma e lancia un duro attacco a Sony

Dopo che la compagnia giapponese ha espresso perplessità circa l'acquisizione di Activision Blizzard

COD
Tiscali GameSurf

Come abbiamo riportato la scorsa settimana, gli organi antitrust di vari stati in giro per il mondo stanno vagliando l'acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft. Il discorso si è fatto particolarmente interessante in Brasile, dove le autorità locali hanno chiesto un parere qualificato ai vari competitor e Sony ha espresso perplessità a riguardo. La risposta di Microsoft non si è fatta attendere e il colosso dell'informatica non ci è certo andato leggero. Microsoft, ancora una volta, ribadisce che Call of Duty resterà multipiattaforma, quindi rimarrà sulle console Playstation.

In quanto agli effetti dell'acquisizione, secondo Microsoft, Sony vorrebbe solo mantenere lo status quo, avendo paura che un servizio di alta qualità a basso costo come il Game Pass possa insidiare la sua leadership. Sony vuole che il mercato rimanga ancorato al concetto di uno specifico device (la console), mentre Microsoft vorrebbe evolverlo da "device-centrico" a "gamer-centrico". Infine, le critiche circa la presunta esclusività dei futuri titoli Activision Blizzard sarebbero incoerenti, perché è Sony per prima ad aver basato la sua offerta sul concetto di esclusività.