In Australia, un progetto di legge per vietare le loot box ai minorenni

L'eterna diatriba si arricchisce di un nuovo capitolo

In Australia, un progetto di legge per vietare le loot box ai minorenni
Tiscali GameSurf

Il parlamentare australiano Andrew Wilkie, rappresentante della Divisione di Clark (Tasmania), il prossimo agosto potrebbe sottoporre alla Camera dei rappresentanti un progetto di legge volto a far classificare tutti i videogame che contengono loot box con un rating 18+. Secondo Wilkie (e non solo secondo lui), le loot box presentano una connotazione prossima a quella del gioco d'azzardo, pertanto andrebbero vietate a chi non abbia ancora raggiunto la maggiore età. I minori che vengono esposti alle meccaniche delle loot box rischierebbero di sviluppare una sorta di predisposizione precoce al gioco d'azzardo. Ricordiamo che in Australia, a differenza che in Italia, col sistema di classificazione dei contenuti si stabilisce anche quali fasce di età possano accedere alla vendita di un prodotto, pertanto un minorenne non può legalmente acquistare un videogame con un rating 18+.