Fanno causa a Universal Pictures perché il trailer è "ingannevole"

Chiedendo milioni di risarcimento. Può succedere solo in America

Tiscali GameSurf

I signori Conor Woulfe (Maryland) e Peter Michael Rosza (California) hanno recentemente noleggiato il film Yesterday (qui la nostra recensione) per 3,99 dollari su Amazon Prime Video. La pellicola, diretta da Danny Boyle, parla di un cantautore che è l'unica persona al mondo a conoscere i Beatles e sfrutta la cosa per avere successo nel mondo dello spettacolo. Nel trailer del film figura anche l'attrice Ana De Armas, le cui scene sono state tuttavia tagliate nella versione definitiva. A quanto pare, l'assenza della De Armas avrebbe rovinato la visione ai due utenti di Amazon Prime sopra citati... quindi, come avranno reagito? Hanno ben pensato di intentare una class action da 5 milioni di dollari nei confronti dei produttori di Yesterday, gli studi Universal Pictures, rei di aver fatto perdere loro 3,99 dollari e un paio di ore di tempo con la loro pubblicità ingannevole. Chi non avrebbe reagito alla stessa maniera?