Epic ha versato 6 milioni di dollari nella casse di Apple

Un piccolo prezzo per una grande vittoria?

Epic ha versato 6 milioni di dollari nella casse di Apple
Tiscali GameSurf

Il primo round della guerra legale che vede contrapposti Epic e Apple si è appena concluso presso la Corte Distrettuale del Nord California. La giudice che ha presieduto il caso ha riconosciuto Epic colpevole di aver violato gli obblighi contrattuali nei confronti di Apple, condannandola ad un risarcimento danni. In particolare, la cifra dovuta da Epic è stata così calcolata: il 30% dei 12 milioni di dollari che Fortnite ha guadagnato su iOS tramite il sistema Epic Direct Payment, relativi al periodo fra agosto e ottobre 2020, più il 30% di quanto Fortnite ha guadagnato in maniera analoga da novembre 2020 fino alla data del giudizio; il tutto con l'aggiunta degli interessi legali.

Il CEO e fondatore di Epic, Tim Sweeney, ha scritto su Twitter che Epic ha versato un totale di 6 milioni di dollari ad Apple. Questa enorme cifra diventa però irrisoria, se pensiamo all'altro esito che ha avuto il processo: ricordiamo che la giudice ha infatti vietato ad Apple di impedire agli sviluppatori di inserire link a sistemi di pagamento third party, sulle app pubblicate sullo store. Ciò significa che, qualora Fortnite (ma il discorso vale per qualsiasi altra app!) dovesse tornare sullo Store, Apple non potrebbe impedire che gli utenti si servano dell'Epic Direct Payment per i loro acquisti e nel caso sarebbe costretta a rinunciare alla sua quota del 30%.