Call of Duty introduce il ban "crossgame"

Tempi duri per i cheater. Finalmente.

Call of Duty introduce il ban 'crossgame'
Tiscali GameSurf

Il team Ricochet, che vigila sulla sicurezza online del franchise Call of Duty, sta per introdurre importanti novità per contrastare il triste fenomeno dei cheater. È stato sviluppato un nuovo sistema anti-cheat, consistente in un driver kernel-level, che verrà presto implementato in Warzone e in futuro anche su Vanguard. Ma non è tutto: i responsabili di gravi e ripetute violazioni incorreranno nel rischio di venire bannati non solo dal singolo titolo della serie Call of Duty dove si sono resi colpevoli della condotta illecita, ma dall'intero franchise: vale a dire che verranno esclusi anche da tutti gli altri titoli esistenti e da quelli che usciranno in futuro.