Gamesurf

Bendtner passa dallo sport all'esport con Prosapia

L'ex stella dell'Arsenal ha fondato un suo team eSport

Bendtner passa dallo sport all'esport con Prosapia
Tiscali GameSurf

Vi ricordate di Niklas Bendtner? L’ex stella dell’Arsenal che fece una comparsata anche in terra italica tra le fila della Juve (se non avete idea del personaggio potete dare un’occhiata a questo articolo). Dopo aver appeso gli scarpini al chiodo, il 34enne di origine danese ha ben visto di seguire un trend ormai diffuso tra gli ex calciatori, fondando un suo team di esport.

L’idea è nata in periodo di quarantena quando Bendtner, costretto a casa, ha scoperto il suo amore per i videogames, passando molto del suo tempo libero in compagnia di giochi come Counterstrike. Esattamente come accaduto per tantissimi altri players, il videogioco è stato il mezzo con cui potersi confrontare e connettere con altre persone di tutto il mondo, riuscendo a superare indenni i disagi della quarantena forzata.

L’interesse per il gioco “giocato”  ha risvegliato nel giovane Niklas il suo lato imprenditoriale. Seguendo l’esempio di altri campioni dello sport (da Ronaldo a Ibrahimovic), Bendtner ha studiato tutto quello che poteva sul fenomeno esport, arrivando a fondare un suo stesso team, contrattualizzando ottimi player di CS come ScrOb, Boye e tOPZ. Il team, chiamato Prosapia eSport si prefigge di competere ai massimi livelli, puntando sulla freschezza dei giocatori più giovani, con un target di età dichiarato che va dai 15 ai 19 anni.