Atari vuol tornare a fare sul serio con i videogame

Più impegno sui giochi premium, meno sulle attività collaterali

Atari vuol tornare a fare sul serio con i videogame
Tiscali GameSurf

In un comunicato stampa destinato agli investitori, il presidente/direttore generale e principale azionista del gruppo Atari, Wade J. Rosen, ha espresso l'intenzione della compagnia di tornare a focalizzarsi sulla creazione di videogame premium (cioè, le produzioni "serie", se così si può dire), diminuendo al contempo l'impegno su altre attività secondarie. In particolare 5 giochi free-to-play, che non hanno riscosso i favori del mercato, verranno sospesi o ceduti a terzi  (RCT Story, Crystal Castles, Castles & Catapults, Ninja Golf, Atari Combat: Tank Fury); un progetto relativo alla costruzione di casinò in Africa verrà arrestato e inoltre caleranno gli investimenti su prodotti televisivi.