Gamesurf

Anche Tencent e Nintendo stanno facendo acquisizioni

Ma in tono decisamente minore rispetto alla concorrenza

Anche Tencent e Nintendo stanno facendo acquisizioni
Tiscali GameSurf

Il 2022 dell'industria videoludica è cominciato in maniera scoppiettante, con Take-Two che ha stabilito un nuovo record con l'acquisizione di Zynga, primato che è stato presto stracciato dall'accordo monstre di Microsoft e Activision Blizzard, alla quale poi Sony ha "risposto" assicurandosi i servigi di Bungie. Gli altri competitor non se ne stanno certo a guardare, sebbene non abbiano concluso operazioni altrettanto clamorose: il colosso cinese Tencent ha appena trovato un accordo per rilevare il publisher polacco 1C Entertainment (che dispone di franchise quali Men of War, King's Bounty e IL-2 Sturmovik) e qualche giorno prima aveva comprato il pacchetto di maggioranza di Inflexion Games, giovane studio di Edmonton che attualmente sta sviluppando il suo primo videogame, chiamato Nightingale. Anche Nintendo ha formalizzato un'acquisizione: si tratta di SRD Co. Ltd, una azienda giapponese che per quasi quarant'anni ha collaborato con la grande N, contribuendo a oltre ottanta fra i più grandi successi della casa di Kyoto (pensate, il primo titolo a cui ha collaborato è stato Donkey Kong, nel lontano 1983).