Gamesurf

Activision è innocente... secondo Activision

Una indagine interna scagiona la compagnia americana

Activision è innocente... secondo Activision
Tiscali GameSurf

Da quando, nel luglio dello scorso anno, è scoppiata la bomba dello scandalo molestie di Activision Blizzard, ci siamo soffermati in più occasioni sulla vicenda. Con uno speciale, siamo anche entrati nel dettaglio delle accuse mosse dalla Department of Fair Employment and Housing (DFEH), l'agenzia californiana che ha scoperchiato il vaso di Pandora.

Eppure, stando ad un report della compagnia, la situazione sarebbe molto diversa da come i media la hanno dipinta: l'Activision Blizzard Board of Directors (ovvero il consesso delle alte sfere della compagnia) ha condotto una indagine interna, dalla quale emerge che non sussisteva una discriminazione sistematica negli ambienti di lavoro e che i dirigenti non erano a conoscenza dei casi singoli, e in ogni caso non si sarebbero adoperati per insabbiarli. Queste conclusioni sono diametralmente opposte a quelle della DFEH e degli altri soggetti che hanno puntato il dito contro Activision Blizzard. A noi questa ricostruzione di parte convince molto poco, ma aspettiamo che siano i tribunali competenti a stabilire dove stia la verità.