Activision Blizzard, l'ultima mossa della compagnia

Divide et impera

Activision Blizzard, l'ultima mossa della compagnia
Tiscali GameSurf

Alle soglie dell'immensa battaglia legale che verosimilmente si scatenerà contro il Department of Fair Employment and Housing della California e contro i dipendenti, Activision Blizzard ha deciso di tutelarsi richiedendo i servigi di Wilmer Cutler Pickering Hale and Dorr LLP, in breve WilmerHale. WilmerHale è uno degli studi legali più rinomati d'America, con sedi anche in Europa e Asia. Se da un lato è perfettamente comprensibile che la compagnia, data la complessità della situazione, si rivolga ad uno studio importante abituato a trattare con clienti importanti, dall'altro lato fa riflettere la reputazione di WilmerHale: specialista per quel che riguarda la disgregazione delle unioni dei lavoratori, un "servizio" che sarebbe peraltro stato reso ad Amazon non molti mesi fa. Il tempismo con il quale Activision Blizzard si è rivolta a WilmerHale, subito dopo aver ricevuto la lettera di accusa firmata da oltre 2.000 dipendenti, è decisamente sospetto.