Gamesurf

Activision-Blizzard ha punito una ottantina di dipendenti

Per lo scandalo delle molestie. Come si muoverà Microsoft a riguardo?

Activision-Blizzard ha punito una ottantina di dipendenti
Tiscali GameSurf

Un report del Wall Street Journal indica le misure prese da Activision Blizzard nei confronti dei dipendenti coinvolti nello scandalo delle molestie sessuali, che dallo scorso luglio ha travolto la compagnia ed è proseguito nei mesi successivi con numerosi strascichi. Stando al WSJ, ben 37 dipendenti avrebbero interrotto il proprio rapporto lavorativo, mentre altri 44 sarebbero stati sottoposti a sanzioni disciplinari.

L'articolo stima che da luglio ad oggi siano state raccolte circa 700 denunce, ma fonti interne alla compagnia contestano questo numero, che apparentemente assommerebbe anche denunce per gli stessi fatti partite da soggetti differenti. Bisogna osservare che questi provvedimenti non risolvono certo la questione: ad esempio una delle figure più controverse, quella del CEO Bobby Kotick, è ancora saldamente al suo posto nonostante le accuse pesantissime mosse dal Wall Street Journal stesso lo scorso novembre e nonostante le iniziative degli impiegati volte a chiederne la rimozione. Staremo a vedere come cambieranno le cose a seguito dell'acquisizione da parte di Microsoft, ma intanto Kotick è stato confermato nel ruolo di CEO.