Secondo Patcher Nintendo Switch non avrà il supporto di terze parti

Superato il primo anno, sapremo di che pasta sarà fatta la console

Di Fabrizio Cirillo (17 gennaio 2017 - 16:30)
Secondo Patcher Nintendo Switch non avrà il supporto di terze parti

Prezzo troppo simile alla concorrenza e accessori sorprendentemente costosi. Sono questi gli elementi dai quali il buon Michael Pachter è partito per analizzare il possibile futuro di Nintendo Switch. Secondo Patcher, infatti, i 300 Dollari al lancio rappresentano un prezzo troppo simile a quello di vendita di Xbox One e PS4 per fare la differenza, ed il costo di gran parte degli accessori di sicuro non rappresentano un buon incentivo all'acquisto.

Sempre secondo il noto analista di mercato, il futuro di Nintendo Switch si capirà turtavia dopo il 2017, quando  l'appoggio delle terze parti (ma solo su porting già visti anche su Xbox 360 / PS3 e non su prodotti davvero nuovi) potrebbe drasticamente ridursi a causa di numeri non troppo esaltanti. Ed a quel punto, secondo Patcher ci troveremmo di fronte ad una versione riveduta e corretta della storia di un certo Wii U...