Le microtransazioni? Un vero affare

A rivelarlo è un ex designer di BioWare

Di Fabrizio Cirillo (24 ottobre 2017 - 09:08)
Le microtransazioni? Un vero affare

Nel corso di una recente intervista, l'ex designer di BioWare Montreal Manveer Heir ha spiegato che l'evoluzione di diversi franchise di Electronic Arts sul fronte multiplayer è stato determinato dal grande successo ottenuto dal sistema delle microtransazioni di Mass Effect 3.

Stando a quanto dichiarato, i pacchetti di carte introdotti a suo tempo nel gioco generò un volume di affari tale da portare la stessa Electronic Arts a rivedere i propri piani di sviluppo di gran parte dei giochi in proprio possesso, con l'adozione sia di mondi sempre più aperti che di una componente online che consentisse l'uso del famigerato sistema di crediti basati su soldi reali.

"Ho visto gente spendere letteralmente più di 15.000 dollari in pacchetti di carte di Mass Effect 3" ha spiegato Manveer Heir. E ancora:

"Il quantitativo di soldi che generammo solo con i  pacchetti di Mass Effect 3  fu così importante da giustificare la presenza del multiplayer anche in Dragon Age. Lo stesso discorso vale per tanti altri giochi EA che non avevano la componente online e che ora ce l'hanno. "

Empire
Empire
La profezia dell'Armadillo
La profezia dell'Armadillo

Portare Zerocalcare sul grande schermo era un compito davvero arduo. E infatti...

Gotti
Gotti

La vita di John Gotti arriva al cinema, ma non è più tempo per i Bravi Ragazzi

Slender Man

1

Slender Man

Se la paura annoia...

The Space Pass

3

The Space Pass

The Space mette Netflix nel mirino

Mission Impossible Fallout

7

Mission Impossible Fallout

Un grande Tom Cruise per il miglior film della saga