La Milan Games Week registra un nuovo incremento nelle presenze

Videogames sempre più nazional popolari

Di Luca Gambino (8 ottobre 2018 - 10:09)
La Milan Games Week registra un nuovo incremento nelle presenze

L’ottava edizione di Milan Games Week, il più grande consumer show italiano dedicato al mondo dei videogiochi promosso da AESVI – l’associazione che rappresenta l’industria dei videogiochi in Italia - e organizzato da Campus Fandango Club, quest’anno ha visto la partecipazione di 162.000 persone e una crescita del 10% rispetto allo scorso anno.

La manifestazione si è tenuta a Fiera Milano Rho per il secondo anno consecutivo su una superficie espositiva più ampia - dai 36.000 metri quadri del 2017 ai quasi 50.000 attuali – che ha consentito una migliore fruibilità dello spazio a ogni tipologia di pubblico, famiglie comprese.

Paolo Chisari, Presidente AESVI, commenta gli ottimi risultati di questa Milan Games Week: “Questo è stato per noi l’anno della conferma di quanto questa manifestazione sia arrivata ad avere un respiro internazionale, grazie alle numerose attività che si sono tenute dedicate a grandi e piccini, alla presenza di ospiti rilevanti del mondo del gaming e non solo, a uno spettacolare terzo padiglione dedicato agli esports e a spazi più ampi e tecnologici adeguati ad un evento in continua crescita. Il successo di Milan Games Week va di pari passo con l’andamento del mercato, che registra anno su anno trend positivi e attrae sempre più appassionati di tutte le età”.

Milan Games Week 2018 ha ospitato oltre 70 titoli e 30 anteprime che i visitatori hanno potuto provare prima del loro arrivo negli store italiani, previsto tra la fine del 2018 e i primi mesi del 2019. Novità assoluta di questa edizione un intero padiglione dedicato al videogioco competitivo animato dalle due spettacolari arene di ESL e PG Esports, oltre al palco centrale con ospiti dal mondo della musica, della Tv e dello sport, insieme ai più celebri youtuber e progamer italiani.

Significativa quest’anno la presenza di ospiti internazionali durante i tre giorni di evento. Tra questi spiccano il padrino di Milan Games Week 2018, il celebre creatore di videogiochi e fondatore di Quantic Dream David Cage e l’ospite di Warner Bros. Entertainment James Burgon, Associate Producer di TT Games che ha presentato LEGO DC Super-Villains. Grande successo di pubblico e critica anche per gli ospiti che Netflix ha portato a Milan Games Week, l’attore Charlie Cox e lo showrunner Erik Oleson della serie Marvel – Daredevil.

Grandissima l’affluenza nelle aree tematiche dedicate alle attività per famiglie e bambini, alle sfilate cosplay, al retrogaming e alla game art. Si riconferma infine il successo dell’area dedicata agli studi di sviluppo indipendenti di videogiochi con 59 tra i più promettenti titoli realizzati in Italia.

I main partner di questa edizione sono stati: GameStop - partner retail, Radio 105 - radio ufficiale e title sponsor MGW ESPORTSHOW, Intesa San Paolo - partner istituzionale, TIM - main partner and connectivity supplier.

Appuntamento al prossimo anno con Milan Games Week 2019!

Empire

Hot News

Microsoft fa spesa in casa Sony

Microsoft fa spesa in casa Sony

Un'altra personalità di spessore per i first party targati Xbox

In Avengers: Endgame debutterà anche il Cavaliere Nero?

2

In Avengers: Endgame debutterà anche il Cavaliere Nero?

La teoria sembrerebbe avere radici solide

Lo spin-off al femminile di Fast & Furious muove i primi passi

Lo spin-off al femminile di Fast & Furious muove i primi passi

Vin Diesel rivela i nomi degli sceneggiatori del film

Empire
Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità
Van Gogh - Sulla soglia dell'eternità

Uno straordinario Willem Dafoe in una interpretazione da Oscar

Schindler's List - La lista di Schindler
Schindler's List - La lista di Schindler

Celebriamo i 25 anni di uno dei film che hanno segnato la storia del cinema

La Ballata di Buster Scruggs
La Ballata di Buster Scruggs

Il grande cinema che non passa dal cinema

Road Movie: Il cinema in viaggio

2

Road Movie: Il cinema in viaggio

Sette road movies da vedere prima di Green Book