Acquisito nuovamente il trademark su No One Lives Forever

Il brand di Sierra/Monolith potrebbe tornare

Di Tommaso Alisonno (2 maggio 2014 - 10:08)
The Operative: No One Lives Forever

Il titolo No One Lives Forever può probabilmente portare una furtiva lagrima sui volti dei meno imberbi: parliamo infatti di un FPS a sfondo spionistico "anni '70" pubblciato nel 2000 con per protagonista la bella Cate Archer, una sorta di James Bond in gonnella (anzi: in tuta aderente). Il gioco ebbe un seguito appena due anni dopo, dopo i quale il brand sparì più o meno nel nulla, finché l'hanno scorso Activision decise di non rinnovarne i diritti.




A rinverdirne i fasti potrebbero pensarci Night Dive Studios: stando a quanto individuato da Siliconera, infatti, questi hanno recentemente registrato 4 trademark, tutti riconducibili al titolo Sierra/Monolith. Il primo non dovrebbe lasciare spazio a dubbi, visto che è proprio "No One Lives Forever", ma se qualcuno potesse pensare a un caso di omonimia, allora sappia che anche gli altri tre sono riconducibili all'FPS: "The Operative", "Contract J.A.C.K.", "A Spy in H.A.R.M.'s Way".




C'è da dire che i Night Dive Studios rivendicano spesso trademark abbandonati con il semplice scopo di ri-pubblicare i giochi originali, ma non sempre si limitano a questo: furono proprio loro, per esempio, a riesumare nel 2011 il brand Guily Gear per affidarlo a Arc System Works. Intervistato, il CEO di NDS Stephen Kick ha affermato di non poter ancora parlare in merito ai progetti futuri sul brand, quindi staremo a vedere.




Nel frattempo vi lasciamo con le nostre recensioni di No One Lives Forever e di No One Lives Forever 2.