Hands On FIFA 16

Abbiamo provato per la prima volta FIFA 16!
Roberto VicarioDi Roberto Vicario (15 giugno 2015)
Tradizione ormai vuole che sul finire della stagiona calcistica, arrivino le prime informazioni riguardati il prossimo capitolo di FIFA 16. Anche quest'anno l'usanza non è stata spezzata, e qualche giorno fa abbiamo avuto la possibilità di assistere alla presentazione nel nuovo capitolo della serie calcistica attualmente più venduta al mondo, in compagnia di Sebastian Enrique, responsabile del progetto.

Rispetto agli ultimi anni questa presentazione aveva un sapore differente, per via delle tante lamentele che la community aveva sollevato riguardo a moltissimi aspetti del passato episodio; come ci è stato spiegato, proprio da questo elemento è partito lo sviluppo di FIFA 16.

Nessuna rivoluzione, ma tanti miglioramenti

In apertura di presentazione Enrique ha sottolineato come il team di sviluppo abbia deciso di concentrarsi sulla risoluzione ed il miglioramento di moltissimi elementi segnalati dalla comunità di gioco e non solo.

Un anno in più sulle spalle di esperienza ha permesso al team di gestire al meglio un engine molto complesso, provando a migliorare ogni elemento possibile. Questo, dovrebbe portare ad un maggior bilanciamento sul campo, rendendo così l'esperienza il più bella e “confortevole” possibile.

I lavori maggiori sono stati fatti ovviamente sulla martoriata linea difensiva, che nella passata edizione aveva pesantemente subito (online e nell'ultimate team soprattutto!) la velocità di molto attaccanti e centrocampisti. Prendendo spunto da questi limiti, si è lavorato nella direzione battezzata “Confidence in Dribbling”.
Studiando movenze e situazioni che accadono realmente sui campi di calcio, si è cercato di trasformare i difensori in modelli più agili e dinamici, aggiungendo nuove animazioni e provando a migliorare quelle già esistenti, tra cui i famosi cambi di direzione. Inoltre, si è lavorato molto sul cercare di mantenere un certo equilibrio, mettendo così sempre più vicini all'azione i membri della squadra, oppure cercando di fargli occupare zone di campo lasciate scoperte.

Tutto questo passa anche attraverso una sensibile revisione della velocità del giocatore con e senza la palla al piede. Attraverso un breve filmato ci è stato dimostrato come si sia cercato di lavorare sull'andatura dei calciatori, così da renderli più umani e meno centometristi con un pallone tra i piedi. Tutti questi elementi appena citati, sommati ad una completa revisione nella gestione della linea difensiva, dovrebbero permettere un confronto più onesto tra chi attacca e chi difende.
FIFA 16 - Immagine 8
FIFA 16 - Immagine 9
FIFA 16 - Immagine 10
Ovviamente, per raggiungere questo interessantissimo scopo si anche deciso di aggiungere diverse novità che dovrebbero aiutare chi sta difendendo. Tra queste, ci è stato mostrata la possibilità, attraverso la pressione di un tasto, di interrompere prematuramente una scivolata per rialzarsi più velocemente, perdendo così molto meno tempo rispetto alle precedenti versioni.

Nuove animazioni sono state anche inserite per quelle che sono le situazioni riguardanti la gestione della palla nei rimbalzi a mezza altezza. Se in passato i controlli erano difficoltosi e tante volte il giocatore faceva addirittura cilecca, ora tutto sembra più fluido e realistico. Infine, abbiamo particolarmente apprezzato la maggiore reattività dei giocatori che non sono direttamente controllati da noi in quel determinato momento dell'azione. Questi tenderanno a riposizionarsi in maniera più intelligente sul campo e proveranno ad intercettare la palla se entrerà nella loro area di competenza.

Non poteva ovviamente mancare lo scontato capitolo riguardante i portieri. Enrique ci ha spiegato che tantissimo lavoro è stato fatto partendo da filmati e dalle situazioni assurde che si sono verificate in FIFA 15. Questo è servito per migliorare alcuni elementi già presenti nel codice, ma soprattutto per aggiungere nuove animazioni in grado di limitare problematiche noti ai giocatori.
FIFA 16 - Immagine 1
Il calcio femminile era nella testa degli sviluppatori già da qualche anno!

E la fase offensiva?

Tutta questa attenzione alla fase difensiva della partita ci ha fatto inizialmente temere per quel che riguarda quella sicuramente più divertente e appagante: la fase di attacco. Anche sotto questo aspetto però, fortunatamente non mancano diverse novità che dovrebbero andare a migliorare e arricchire l'esperienza di gioco.

Sotto quest'ottica i due elementi che più ci hanno impressionato e allo stesso tempo incuriosito sono l'introduzione di una nuova tipologia di passaggio e il “No Touch Dribbling”. La prima di queste nuove feature ci permetterà attraverso la pressione di un tasto associato a quello del passaggio, di effettuare laci rasoterra tesi e lunghi in grado di tagliare la difesa o di prenderla in contrattempo. Ovviamente, dovremo cercare di calibrare alla perfezione questo elemento, pena uno stop deficitario del giocatore a cui è diretto il passaggio, con conseguente “stop ad inseguire” o addirittura perdita del pallone.

Diverso ma altrettanto intrigante è il “No Touch Dribbling” che sempre attraverso la pressione di uno dei dorsali e l'uso dello stick, ci permetterà di compiere delle finte di corpo senza toccare la palla, in grado di confondere o mandare fuori tempo il giocatore. Dai filmati che ci sono stati mostrati, sembra una caratteristica molto interessante, ma soprattutto in grado di modificare pesantemente gli scontro uno contro uno che spesso si verificano durante una partita.

Ultima ma non meno importante sarà anche una versione completamente riveduta dei cross, ora molto più dinamici e meno prevedibili ed “impostati”. Chiudiamo anche citando delle nuove animazioni che dovrebbero andare a migliorare la conclusione a rete e la sensazione che il giocatore percepisce nell'impatto con la palla durante il tiro.

Non mancano le novità

FIFA però è sinonimo di novità e come spesso accade gli sviluppatori cercano sempre di inserire elementi che possano far piacere ai tanti tifosi sparsi per il globo, attenti non solo al gameplay ma anche alle piccole finezze sparse qua e la sul campo.

Anche quest'anno avremo l'introduzione di qualche nuovo trick e qualche nuova esultanza, elementi che ci serviranno soprattutto per farci beffe dell'avversario. A questo si aggiunge poi una (finalmente!) maggiore cura del meteo e degli orari in cui si disputano le partite. Come sempre, inoltre, ci saranno netti miglioramenti nella riproduzione di gran parte dei calciatori, ma soprattutto nell'introduzione di nuovi scanning facciali, tra cui quelli della Juventus.
  • FIFA 16 - Immagine 2
  • FIFA 16 - Immagine 3
  • FIFA 16 - Immagine 4

Non mancheranno infine elementi di contorno ma sempre molto apprezzati. Se l'anno scorso era stata l'occasione per inserire la famosa gol line technology, quest'anno assisteremo al debutto delle bombolette spray per gli arbitri, utili a delineare la zona della punizione e la linea della barriera. Piccolezze, ma che sul campo si tramutano in elementi aggiuntivi molto apprezzati.

Altra modalità totalmente inedita inserita per l'occasione è il FIFA training. Questa specie di tutorial dinamico potrà essere attivato o disattivato semplicemente con la pressione del bumper destro, e permetterà a coloro che sono alle prime armi, di vedere sopra la testa del giocatore tutte le variabili che si possono utilizzare sia in fase offensiva (quindi con il controllo della palla) sia in fase difensiva (senza il controllo!). Un elemento che probabilmente non verrà utilizzato dai veterani della serie, ma che a conti fatti potrebbe rivelarsi un utile strumento di insegnamento per le nuove leve.

Purtroppo non c'è stato molto spazio di dialogo per quanto riguarda le modalità classiche di gioco come l'online, l'Ultimate Team o la modalità carriera, ma anche sotto questo aspetto Enrique ci ha rassicurato parlando di novità che verranno presto annunciate e nuove interfacce grafiche che verranno utilizzate.

Infine, non possiamo non parlare dell'elemento che ha fatto maggiormente discutere in questo ultimo periodo, ovvero l'introduzione del calcio femminile. Sebastian ci ha spiegato che era già da quattro anni che si parlava di introdurre il calcio femminile, ma che solamente ora è stato possibile farlo. Questo ha comportato lo sviluppo di nuove animazioni, la riscrittura di tantissime battute dei commentatori e una gestione della fisica totalmente differente. Ci è stato inoltre specificato che le donne non saranno presenti all'interno dell'Ultimate Team e tantomeno sarà possibile giocatore partite uomo contro donne.
FIFA 16 - Immagine 7
FIFA 16 - Immagine 10
FIFA 16 - Immagine 12

Finalmente Pad alla mano!

Dopo la lunga ma esaustiva presentazione, abbiamo avuto modo di giocatore tre partite con una build ancora incompleta del gioco. Le prime due si sono consumate con squadre di club europee, e dobbiamo ammettere che dopo un semplice tempo di gioco, il feeling pad alla mano ci è sembrato molto più fluido e dinamico, soprattutto per quel che riguarda la gestione della famosa linea difensiva.

Anche l'introduzione dei nuovi comandi di gioco come le finte con il corpo e il passaggio filtrante deciso, ci hanno incuriosito al punto tale da perdere diverso tempo per cercare di utilizzarli all'interno della partita. Quello che più ci ha sorpreso però è stata la reattività che la linea difensiva usava per coprire gli spazi e accorciare sui portatori di palla. Questa rinnovata aggressività, spinge già in partenza il giocatore che attacca a non poter abusare della velocità delle proprie ali ma non solo! anche il passaggio a palombella diventa molto meno efficacia per via dell'ostruzionismo dei difensori.

La sensazione generale che ci hanno lasciato le due partite è stata proprio quella descritta da Enrique: nessuna rivoluzione, ma perfezionamento e sistemazione dei diversi problemi che sono venuti a galla nella passata edizione.

Non potevamo non provare anche la versione femminile del gioco del calcio, e grazie ad un paio di nazionali selezionabili ci siamo buttati sul campo. La sensazione è molto simile a quella che si percepisce con la controparte maschile, ma alla lunga viene fuori una cura differente nella gestione dei contatti e di alcune situazioni che spesso si verificano sul campo di gioco. Anche la velocità dell'azione ci è sembrata leggermente più lenta, così come i contatti che vengono gestiti in maniera differente rispetto a quelli del calciatori.

Insomma, pur trattandosi di semplici sensazioni e nulla più, dobbiamo ammettere che i miglioramenti apportati in questo capitolo sembrano muoversi nella giusta direzione. Siamo tuttavia solo all'inizio di un lungo percorso che ci porterà alla recensione del gioco, rimaniamo quindi in attesa di tornare nuovamente sul campo da gioco per capire in maniera più approfondita quanto queste novità impatteranno positivamente o negativamente nel mondo di FIFA. Appuntamento alla prossima partita!
FIFA 16 - Immagine 5
FIFA 16 non imbocca la strada della rivoluzione, prediligendo quella del miglioramento. Sebastian Enrique ci ha spiegato che i feedback ricevuti nel corso dello scorso anno, sono serviti al team per migliorare molti elementi che renderanno FIFA 16 una bella e appagante esperienza calcistica. La prima prova su strada ci ha lasciato ottime sensazioni, vediamo come procederà nei prossimi mesi lo sviluppo del progetto. Continuate a seguirci!

- 9 %

Acquista la versione PC

59,9954.59

FIFA 16

Disponibile per: Xbox One , PS4, PC, Xbox 360, PS3
FIFA 16 Xbox One Cover
Empire
Chernobyl

2

Chernobyl

Sky e HBO ci mostrano senza troppi filtri il disastro nucleare più famoso della storia.

Good Omens
Good Omens

Pronti all'Armageddon più divertente di sempre?

Dead To Me
Dead To Me

Un cadavere, due amiche, un segreto.

Il Trono di Spade

6

Il Trono di Spade

The Iron Throne

Chambers
Chambers

La teoria cellulare alla base della nuova serie horror Netflix

Empire
Spellforce 3: Soul Harvest
Spellforce 3: Soul Harvest

Ritornando tutti a casa

L'E3 2019 di Nintendo
L'E3 2019 di Nintendo

Nintendo sbaraglia tutti!

Octopath Traveler
Octopath Traveler

Octopath Traveler arriva su PC in grande stile

L'E3 di Ubisoft: pochi guizzi, tanta noia

4

L'E3 di Ubisoft: pochi guizzi, tanta noia

Ma a questo punto non sarebbe meglio un Direct?

L'E3 2019 di Microsoft, tra nuvole e Scarlett

11