Hands On The C64 Mini

Un tuffo negli anni '80!
Roberto VicarioDi Roberto Vicario (2 Ottobre 2017)

Nei giorni scorsi si č tenuta la Milano Games Week, l’evento videoludico pił importante d’Italia. Fiumi di appassionati che si accalcano per testare i prodotti pił recenti o quelli che arriveranno nel prossimo futuro. In tutta questa tecnologia, un piccolo angolo dello stand di Koch Media era addobbato come una stanza di un adolescente degli anni ’80. Scelta vintage? Non proprio. In questo contesto era infatti possibile cimentarsi nella prova di una nuova console mini che invaderą il mercato a partire dal prossimo anno, e stiamo parlando del glorioso Commodore 64.

The C64 Mini - Immagine 1

Impariamo a giocare o programmare?

Chi sta scrivendo nel 1982 non era ancora nato (anno di uscita del primo Commodore 64). Crescendo, tuttavia, il ricordo delle partite fatte sulle ginocchia di mio padre, rimane indelebili. “Con il C64 mini puntiamo proprio a far rivivere ricordi nostalgici, ma far scoprire anche un pezzo di storia dei videogiochi alle nuove generazioni” ci spiega Darren Melbourne di Retro Games Limited, studio attualmente al lavoro su questo progetto e con una lunga esperienza nel mondo di articoli specializzati nel retrogaming.

La mossa commerciale attuata da Nintendo ha di fatto sdoganato l’arrivo di questi nuovi prodotti e, all’atto pratico e console alla mano, possiamo dirvi che il lavoro svolto sotto l’aspetto estetico su questo C64 mini č incredibile. Colori, dettagli e dimensioni sono davvero soddisfacenti e la possibilitą di portarsi nel palmo della mano il computer pił venduto al mondo, fa davvero la differenza.

Commodore 64 Mini

All’interno di questo mini PC trovano spazio ben 64 giochi. Tra questi ovviamente si fanno notare classici senza tempo come California Games (ma anche Winter e Summer!), Paradroid, Uridium e ovviamente Impossible Mission. Se manca tra questi 64 giochi il vostro titolo preferito, non disperate. Il team sta infatti lavorando ad un sistema completamente aperto, in cui non solo si potranno inserire nuovi giochi e aggiornare il firmware, ma attraverso l’utilizzo di una tastiera USB si potrą addirittura programmare come nel vecchio Commodore 64; una vera chicca che chissą, potrebbe anche far scoprire la passione della programmazione a qualche piccolo appassionato.

Oltre al C64 all’interno della confezione troveremo il joystick, il cavo HDMI e un cavo di circa un metro e mezzo ( su e gił lo stesso visto nelle scatole Nintendo) senza l’alimentatore. Come per NES e SNES basterą utilizzare quello del vostro cellulare se vorrete utilizzare la presa di corrente al posto di qualsiasi porta USB.

 

All’atto pratico possiamo dirvi che č davvero divertente tornare a giocare con titoli di quasi quarant’anni fa, comodamente seduti sul nostro divani, senza lesinare poi in un vero e proprio effetto retro dato da un filtro TV particolare che simula le “linee” di un tempo. Questo tuffo in un passato nostalgico ma glorioso costa circa 70 euro e sarą disponibile a partire dall’inizio del prossimo anno. Pronti a tornare nei gloriosi anni ’80?

Inoltre, Darren ci ha detto che il team possiede anche i diritti per lavorare su Amiga, chissą che in futuro si torni a vivere una fiammeggiante sfida col passato a colpi di mini pc.

The C64 Mini - Immagine 5

L'ondata di mini console (pc, in questo caso!) sembra davvero non volersi arrestare. All'atto pratico, il progetto alla base di questa edizione del C64 ci sembra davvero pił che una semplice operazione nostalgia. Un piccolo gioiello da potersi portare sostanzialmente ovunque, da casa all'ufficio, espandibile e soprattuto programmabile. Per il momento promosso.