Hands On Assetto Corsa

Provata con mano la versione Playstation 4!
Valerio De VittorioDi Valerio De Vittorio (20 gennaio 2016)
Immaginate un software realizzato a partire da un motore fisico avanzato, realizzato per grandi aziende automobilistiche e racing team. Aggiungete alla ricetta contenuti e grafica da videogame. Il tutto testato ed sviscerato per più di un anno dall'utenza più pignola e severa di tutte, quella PC. Questo cocktail si chiama Assetto Corsa, il simulatore di corse italiano che sin dall'Early Access su Steam ha rubato i cuori di migliaia di appassionati e che finalmente arriverà anche su console. Invitati presso gli studi del distributore italiano Halifax, abbiamo messo mano alla versione Playstation 4 e con ancora l'adrenalina a mille, vi raccontiamo com'è andata.
Assetto Corsa
Assetto Corsa - Immagine 194318
Assetto Corsa - Immagine 194315
Assetto Corsa - Immagine 194312
Assetto Corsa - Immagine 194309
Assetto Corsa - Immagine 194306
Assetto Corsa - Immagine 194303
Assetto Corsa - Immagine 194300
Assetto Corsa - Immagine 194297
Assetto Corsa - Immagine 194294
Assetto Corsa - Immagine 194291

Italians do it better

Marco Massarutto si prende la prima mezz'ora dell'evento per raccontarci del suo studio, Kunos Simulazioni, e dell'ambizioso progetto Assetto Corsa. La software house romana ha sede a Vallelunga, il tracciato. Per intenderci, gli uffici sono proprio all'interno del circuito, con una bella vetrata che da sul rettilineo! Più dedicati al mondo delle corse di così non è possibile. Kunos ha da tempo instaurato un proficuo rapporto di collaborazione con varie cause automobilistiche, Ferrari su tutte, che utilizzano ormai abitualmente il loro software per simulazioni ma anche per mostrare prototipi in movimento. Assetto Corsa uscì su Steam nel dicembre del 2014, dopo qualche mese di proficuo Early Access, che è stato utilissimo nel creare un rapporto con la community, da subito molto ricettiva nei confronti di questo nuovo prodotto. Da notare come il mercato PC sia ben più avvezzo al genere, con esponenti di altissimo livello come iRacing, rFactor, Raceroom e così via, un competizione difficile e molto sentita anche a livello di fanbase.

Ad ogni modo, mentre fervevano i lavori sul titolo, Massarutto ci racconta di come il team venne contattato da Sony, incuriosita da questo prodotto definito da molti come il Gran Turismo per PC. La casa giapponese addirittura fornì un kit di sviluppo Playstation 4 a Kunos perché sperimentasse con l'hardware. I risultati iniziali, in realtà, furono piuttosto disastrosi, visto che la prima build del gioco girava intorno ai 15-20 frame per secondo con 5 sei macchine sul tracciato. All'epoca si decise di mettere da parte l'idea di una conversione per console, ma una volta usciti sul mercato, i tempi sono diventati finalmente maturi e grazie al contributo di 505 Games, Kunos Simulazioni poté finalmente annunciare che il team era intenzionato a portare Assetto Corsa anche su Playstation 4 ed Xbox One. Il team italiano è comunque composto da meno di trenta persone, immaginate quindi la mole di lavoro che stanno sobbarcando per riuscire a portare ed ottimizzare un prodotto complesso e vasto come il loro simulatore.
Assetto Corsa - Immagine 1
Graficamente su console avremo 1080p per 60 frame al secondo
L'obiettivo è però di non scendere a compromessi, sia a livello di contenuti che di qualità dell'esperienza, e Massarutto con una punta d'orgoglio ci dice che già da questa fase pre-alpha, sono a buon punto, e la build presente all'evento è lì a dimostrarcelo. Il gioco gira a 1080p e 60 frame per secondo, con qualche imprecisione, dovuta allo stato ancora non definitivo del codice, frutto di un anno e mezzo dedicato all'ottimizzazione. Una curiosità, il lavoro di porting ha impegnato il team dedicato una paio di mesi!Assetto Corsa, ribadisce il boss di Kunos Simulazioni, è la migliore espressione di quello che il suo studio può fare, per questo sia nella sua incarnazione originale che nella versione console, non si vuole scendere a compromessi. E per lo stesso motivo, piuttosto che impacchettare il gioco, consegnarlo ai negozi ed iniziare a lavorare ad un seguito, per un anno si sono rilasciati aggiornamenti e nuovi contenuti, anche gratuiti. E si continuerà a farlo, anche una volta che il gioco uscirà su PS4 ed Xbox One.

Davide contro Golia

Cosa rende unica l'esperienza con Assetto Corsa? Uno degli elementi di cui si vantano maggiormente gli sviluppatori è il Laser Scan, applicato a tutti i circuiti reali inseriti nel gioco. In pratica, attraverso questa procedura, si è realizzata una scansione precisa al centimetro dei tracciati, così da avere una versione poligonale che ne riproduce ogni minimo particolare. Avere un software capace di simulare la reazione di telaio, ammortizzatori e pneumatici sollecitati dall'impatto con una superficie non serve a nulla se quest'ultima è piatta e priva di imperfezioni. Il risultato è un'esperienza realistica, credibile, una resa virtuale ineccepibile di quanto ci aspetteremmo di provare a bordo di una macchina, lanciata a duecento chilometri orari su un tracciato. Tutto questo su console, al momento, non l'ha fatto ancora nessuno.

Attenzione però, perché tutta questa cura nella simulazione non si traduce in un gioco difficile e frustrante. Assetto Corsa vi fa sentire dentro un'auto reale, che si comporti esattamente come vi aspettereste. Per questo potete provare a spingere il mezzo fino al limite, percependo le reazioni alle vostre sollecitazioni, senza sorprese. Provare per credere.Su console, come dicevamo, ritroveremo la stessa esperienza, con solo l'interfaccia grafica completamente rifatta, per essere comodamente utilizzabile pad alla mano. Il gioco comprenderà tutti i contenuti rilasciati su PC, inclusa la nuovissima Ferrari FXX K, prototipo da tre milioni di euro, che abbiamo avuto il piacere di guidare, ovviamente solo virtualmente con la build di Assetto Corsa presente all'evento.
Assetto Corsa - Immagine 4
L'esperienza in pista è eccezionale, anche su console

PC Master Race?

Tanta cura per il proprio prodotto l'avevamo già percepita giocando al titolo su PC. Seduti alla nostra postazione, con racing sit e volante Thrustmaster T300 Ferrari Integral Racing Wheel, Alcantara Edition (sì, il nome significa che l'impugnatura è ricoperta di alcantara), improvvisamente non eravamo più negli studi Halifax, ma dentro bolide da 1050 cavalli, sparati a tutta velocità sul circuito di Barcellona. La fedeltà simulativa è notevole, e si esprime al massimo con lo splendido volante di Thrustmaster. E' infatti la perfetta implementazione del Force Feedback che fa la differenza, e da realmente la sensazione di esserci. Kunos ha fatto un lavoro ottimo nel riportare su Playstation 4, unica versione presente all'evento, l'esperienza originale, apparentemente rimasta intatta ed immune al difficile passaggio.

Unico aspetto al momento parzialmente sacrificato è quello estetico, molto buono e già ottimizzato a dovere, ma che richiederà ulteriore lavoro, per eliminare un certo tearing e saltuari cali di frame rate. Passando dalla Ferrari all'Audi R8, guidata sul circuito di SPA, abbiamo poi potuto verificare le parole di Maro Massarutto. Durante la presentazione ha giustificato le "sole" 100 auto implementate con un lavoro certosino nel riprodurne ogni particolarità, tanto che si può quasi parlare di altrettanti giochi di corse inclusi in un unico prodotto. Le sue non sono frasi da comunicato stampa, mettersi al volante del mezzo a trazione integrale, è una prova completamente diverse.

Estremamente portata al sottosterzo, costringe ad un approccio completamente diverso delle curve. Inoltre ritrovarsi in pista con gli avversari ci ha permesso di osservare il lavoro svolto sull'intelligenza artificiale, che ci è parso molto buono, seppur forse un po' troppo tarato verso livelli di difficoltà alti. Vedremo in fase di recensione come gli sviluppatori decideranno di bilanciare la sfida.

Assetto Corsa è un progetto ambizioso, lo era su PC e lo sarà ancora di più su console, dove dovrà affrontare i colossi Forza Motorsport e Gran Turismo, piccolo Davide contro gli imponenti Golia. Senza dimenticare il terzo incomobo Project CARS, che nonostante i suoi limiti, è riuscito a farsi apprezzare da pubblico e critica. Gli italiani di Kunos Simulazione hanno però le idee chiare, ed il loro titolo è eccellente, lo ha già dimostrato all'utenza più difficile, e non gli resta che confermarlo con una conversione ben fatta. La strada intrapresa è quella giusta, difficilmente tra qualche mese, quando avremo in mano la versione completa, rimarremo delusi dal risultato.

Assetto Corsa

Disponibile per: PS4 , PC, Xbox One
Assetto Corsa PS4 Cover
Empire
La verità sul caso Harry Quebert
La verità sul caso Harry Quebert

Una serie che non ti molla fino all'ultima sequenza

Homecoming
Homecoming

Un drama raffinato in cui niente è come sembra

Il Nome della Rosa
Il Nome della Rosa

Il romanzo di Umberto Eco diventa una serie TV

American Gods

3

American Gods

Gli dei vecchi e nuovi secondo Neil Gaiman

The Umbrella Academy

3

The Umbrella Academy

I nuovi supereroi targati Netflix

Empire
One Piece World Seeker

5

One Piece World Seeker

Una nuova avventura per Monkey D. Rufy

Tom Clancy's The Division 2
Tom Clancy's The Division 2

Agenti, Washington D.C. ha bisogno di voi

PlayStation Now

8

PlayStation Now

Una prima occhiata al nuovo servizio streaming (ma non solo) di Sony

Warhammer: Chaosbane
Warhammer: Chaosbane

Siamo pronti all'arrivo del brand in salsa hack'n'slash?

The Occupation
The Occupation

Dagli autori di Ether One, una corsa contro il tempo nell'ora della verità