Speciale Nintendo Showcase line up 2012

Abbiamo provato alcuni titolo che supporteranno il lancio di Wii U!

di Roberto Vicario
Mentre il caldo di “Scipione” imperversa su tutta la penisola facendo sudare milioni di italiani, Nintendo si rimbocca le maniche e ci inviata ad un evento milanese che ci fa toccare nuovamente con mano alcuni dei titoli più importanti che dovrebbero supportare il lancio della console. Curiosi di sapere cosa abbiamo (ri)provato? continuate a leggere!

Nintendoland

Fruibile su più di una postazione di gioco, il party game che oltre ad intrattenere dovrebbe essere il prodotto in grado di mostrare le potenzialità della nuova periferica, si è mostrato alla stampa italiana nella stessa forma visionata all' E3.

Per chi non fosse informato, Nintendoland  è una raccolta di dodici mini giochi ispirati ad altrettanti titoli Nintendo di successo. All'interno di un parco giochi virtuale uno o più giocatori si potranno sfidare in simpatiche sfide dai connotati tipici dei giochi di gruppo. In Luigi's Ghost Mansion, ad esempio, quattro giocatori controlleranno i loro Mii armati di torcia mentre un quinto giocatore tramite lo schermo del GamePad interpreterà un fantasma che dovrà cercare di eliminare i quattro giocatori sulla mappa evitando di farsi scoprire e perdere della vita. Concetto abbastanza simile che viene riproposto anche in Animal Crossing: Sweet Day, in cui il giocatore dovrà cercare di evitare di far prendere la frutta ai restanti quattro giocatori.

Non solo multiplayer però, per i giocatori che amano le partite in solitaria ci saranno dei mini giochi completamente dedicati a loro come ad esempio Takamaru's Ninja Castle, gioco su binari in cui sfruttando la superficie tattile del GamePad dovremo eliminare con le classiche stelline Ninja tutti i nemici che si pareranno davanti ai nostri occhi. In Donkey kong's Crash Course invece dovremo cercare di far compiere un percorso ad un mezzo attraverso una serie di strutture composte principalmente da ostacoli, salti e altri tipi di acrobazie, cercando di raccogliere nel contempo le banane, tipiche della scimmie create dalla grande N, sparse per il livello. In questo mini gioco faremo principalmente uso dell'accelerometro per far muovere il nostro mezzo, in quella che, grazie alle classifiche comparative, si trasformerà in una gara di pura competizione e massima espressione dell'esercizio di stile.

Tirando della sommarie conclusioni possiamo tranquillamente affermare che Nintendoland sta a Wii U come Wii Sport sta a Wii. Un titolo senza grosse pretese, immediato e divertente che oltre a questo ha il compito di introdurre i giocatori alle nuove caratteristiche del GamePad.

New Super Mario Bros U

L'idraulico più famoso al mondo è da sempre uno strenuo sostenitore delle console Nintendo al loro lancio. Raramente infatti, abbiamo visto un nuovo device della casa giapponese uscire senza la sua mascotte preferita. Anche Wii U non farà eccezione e proporrà agli utenti un nuovo titolo su Mario e soci. Molti fan potrebbero però rimanere spiazzati dalla scelta operata dalla casa di Kyoto che ha deciso di proporre ai fan un nuovo capitolo ispirato alle avventure bidimensionali del personaggio, tralasciando, per il momento, un nuovo platform totalmente in tridimensionale.

Come era facile immaginare, dopo la nostra prova su strada, abbiamo capito il motivo della scelta fatta da Nintendo. New Super Mario Bros. U propone infatti delle meccaniche di gioco palesemente ispirate al gioco cooperativo all'interno del classico ambiente platform bidimensionale, realizzato ancora una volta con un level design veramente magistrale e decisamente ispirato. Come verrà sfruttato il GamePad all'interno di questo titolo? Noi azzardiamo nella risposta e per il momento rispondiamo: in maniera troppo semplicistica ( in attesa di una prova più estensiva sul prodotto ).

Il giocatore in possesso del pad Wii U potrà infatti applicarsi unicamente nel posizionamento di alcune piattaforme su cui potranno saltare gli altri giocatori ed aiutarli così nella raccolta di monete d'oro e monete rosse, nel raggiungere alcuni segreti sparsi per i livelli di gioco e così via, senza però influire in maniera determinate, per quanto abbiamo potuto vedere, all'interno dei tre livelli proposti.

Non mancano di certo gli spunti di interesse, come ad esempio il già citato level design, piuttosto che una serie di gadget interessanti e divertenti che ben si amalgamano all'interno dell'economia del gioco tra cui uno Yoshi gonfiabile o la famosa coda di procione che ci permetterà di planare da una parte all'altra del livello.

Insomma per quanto sembri un titolo in grado di divertire sia giocandolo in singolo che in compagnia, New Super Mario Bros. U risulta più un more of the same di quello già proposto su Wii rispetto ad un vero e proprio titolo innovativo che sfrutta appieno le capacità innovative del pad della nuova console.

Pikmin 3

Era dal 2004 che tutti i fan di Nintendo aspettavano con ansia il ritorno dei simpatici esserini colorati partoriti dalla mente del brillante Shigeru Miyamoto. Dopo otto lunghi anni, Pikmin 3 è pronto finalmente a debuttare, immaginiamo, come titolo di lancio della nuova console. La versione che abbiamo avuto modo di provare ( anche in questo caso la stessa presente all' E3 ) proponeva due differenti situazioni di gioco.

La prima di queste ci vedeva intenti a vagare per una delle mappe di gioco alla ricerca di preziosi frutti in grado di aumentare il nostro bottino. Nonostante gli anni, il feeling con il titolo è rimasto sempre lo stesso: un gestionale in tempo reale con elementi action puzzle. A cambiare, anche se di poco, è invece  il sistema di controllo, ora distribuito sull'accappiata Nunchuk e Wii mote. Per il momento la periferica GamePad ospita unicamente una versione ridotta della mappa con segnalati i punti sensibili e di interesse, facilitando il movimento del giocatore all'interno di essa, anche se bisogna sottolineare come gli sviluppatori abbiano più volte affermato che la versione finale dovrebbe comprendere anche qualche altra feature originale aggiuntiva.

Per il resto tutto è rimasto come lo avevamo lasciato, ancora una volta comanderemo Olimar e la sua banda di particolari amici. Oltre ai Pikmin già conosciuti, abbiamo fatto la conoscenza di una nuova razza: i Pikmin roccia. Questi animaletti di colore grigio e molto simili alle rocce vere e proprie saranno molto utili per distruggere pareti o nemici dotati di corazza. Basterà infatti semplicemente lanciarli contro l'oggetto predefinito per far si che l'impatto distrugga pareti o blocchi. Questi simpatici amici si sono rivelati molto utili anche nel momento in cui ci siamo trovati un enorme alieno da distruggere. Per ucciderlo era necessario spezzare la sua corazza e solo successivamente lanciarli addosso Pikmin in massa per farlo soccombere.

Una prova decisamente fugace quella a questo Pikmin 3, dato che essendo una demo a tempo dopo dieci minuti abbiamo dovuto cedere il pad ad altri, tuttavia, è stata sufficiente per farci capire come la mancanza di Olimar e dei suoi simpatici fiori animati si sia sentita. Pur non sfruttando in maniera particolare la nuova periferica di gioco, il titolo sembra avere le carte in regola per diventare, probabilmente, la vera punta di diamante per gli hardcore gamer della line up di lancio Wii U, senza dimenticare la possibilità di giocare in multi locale!

Batman Arkham City: Armored Edition

Non solo First Party all'evento di Nintendo, ma anche qualche prodotto proveniente da sviluppatori esterni come ad esempio la versione Wii U del pluri premiato Batman Arkham City - battezzata Armored Edition - in cui i giocatori Nintendo oltre a poter mettere le mani su un titolo estremamente appassionante e divertente da giocare, potranno testare la nuova versione della bat suit che sfrutterà il nuovissimo GamePad per l'utilizzo dei gadget all'interno del gioco.

Potremo ad esempio controllare il movimento del nostro batrag utlizzando l'accellerometro della periferica Nintendo, utilizzare il movimento a 360° per utilizzare lo scanner e indagare sulle scene dei crimini in cerca di indizi. Ma non solo, ci tornerà utile anche creare delle shortcut all'interno del nostro menù di gioco, decriptare i codici di porte attraverso dei mini giochi, oppure utilizzare il sonar per scoprire l'ubicazione esatta dei nemici.

In poche parole siamo di fronte ad un prodotto che non si discosta più di tanto dal prodotto uscito originariamente su PS3 e XBOX360, cercando però di implementare alcune caratteristiche interessanti come gli appena citati gadgets.

Ancora non sappiamo se questa edizione conterrà tutti i DLC usciti sino ad ora sulle altre versioni del gioco - in modo particolare l'espansione su Harley Quinn, tra tutte la più corposa - ma rimaniamo in attesa di una conferma o smentita in tal senso da parte di Warner.

Zombie U

Continuiamo sulla scia del titolo maturi parlando di uno dei prodotti terze parti che più degli altri è riuscito a rapire la scena durante la fiera losangelina. Stiamo ovviamente parlando del survival-horror in salsa francese sviluppato da Ubisoft che ci metterà nei panni di alcuni sopravvissuti dopo che la solita, misteriosa, epidemia ha trasformato la città di Londra in un covo di famelici zombie.

Anche in questo caso i troviamo di fronte alla stessa identica demo provata sullo showfloor di Ubisoft nel corso della fiera e di cui vi abbiamo parlato all'interno del nostro articolo che vi invitiamo a recuperare se volete saperne di piu sul titolo. Fondamentalmente ci troviamo davanti ad un survival horror nudo e crudo, che sfrutta tutti gli stilemi del genere per offrire un'esperienza al limite della tensione e in cui l'attacco frontale ad un gruppo di nemici non sempre risulta la mossa più azzeccata. 

Nostra compagno di viaggio sarà ovviamente il GamePad che funzionerà da vero e proprio kit di salvataggio, grazie ai più disparati usi che ne potremo fare. Si potrà, ad esempio, usarlo come radar per trovare nella zona oggetti particolari, munizioni o kit medici, piuttosto che come zaino dentro il quale trasportare tutto il materiale precedentemente raccolto, senza dimentare la tecnologia con la possibilità di utilizzaro per aprire porte protette da codici elettronici.

Insomma, una sorta di vero e proprio coltellino svizzero che in più di una occasione chiederà al giocatore di guardare il piccolo schermino posizionato sul pad per risolvere enigmi, selezionare armi o più semplicemente esplorare in maniera più dettagliata l'ambiente di gioco.

Interessante, sarà anche vedere come gli sviluppatori decideranno di sviluppare la trama di gioco dato che non ci sarà un vero e proprio protagonista, ma una volta che il nostro personaggio errà infettato, questo morirà lasciando spazio ad un altro protagonista che potrà anche vedere il precedente personaggio utilizzato in forma zombesca.

Infine, spazio anche ad altre applicazioni aggiuntive che vanno a sfruttare le nuove caratteristiche Nintendo, come la possibilità, tramite la telecamera del Gamepad, di avere una versione del proprio volto sotto forma di zombie. Niente di trascendentale, ma sicuramente un passatamento carino per divertire (o spaventare ) fidanzate o amici. 

Il resto della carovana

Oltre a questi titolo di cui vi abbiamo parlato in maniera abbastanza approfondita, vi erano altri titoli che hanno completato il portfolio di offerte sottoposte ai giornalisti accorsi all'evento. Continuando a parlare di Third Party, non possiamo non citare l'arrivo su console Nintendo del Ninja Ryu Hayabusa che con Ninja Gaiden 3: Razor's Edge sbarca su Wii U offrendo un porting del terzo capitolo uscito su PS3 e Xbox360. Non una semplice riproposizione, ma bensì un semi ritorno alle origini, con ettolitri di sangue su schermo, la presenza di sei armi tra cui scegliere, l'eliminazione del cut scene cinematografiche e dulcis in fundo anche l'aumento a tre dei ninpo selezionabili. Insomma un corposo aggiornamento che dovrebbe, finalmente, far felici i fan della serie. Unico neo, uno sfruttamento fin troppo basilare del GamePad relegato unicamente alla funzione di lettore di move list. Peccato.

Non mancava nemmeno l'angolo fitness con Wii Fit U, versione per la nuova console del personal trainer virtuale creato da Nintendo che offrirà nuovi esercizi e nuovi minigiochi che oltre la balance board, sfrutteranno anche il nuovo controller.

Chiudiamo la nostra panoramica sulla line up Nintendo, citando Panora View, un programma che ci permetterà, muovendo il GamePad a 360° di avere una visuale totale di alcuni dei luoghi più famosi del mondo, avendo quasi la sensazione di essere li ( nella demo c'erano le strade di Tokio, il London Bridge e il Carnevale di Rio ) e un'altra raccolta di mini giochi, chiamata Game & Wario che segna il passaggio della serie WarioWare ( almeno su console casalinghe ) da raccolta di micro giochi consumabili in pochi secondi ad una vera e propria serie di minigames più classici, che seppur divertenti, spezzano ovviamente il ritmo.

In definitiva, possiamo sostenere che lo showcase Nintendo ha confermato le stesse sensazioni che abbiamo avuto nel corso della fiera losangelina. L'hardware proposto ha sicuramente del potenziale interessante, che a tratti alcuni titoli riescono a far emerge in maniera preponderante, rimane il fatto che sia gli sviluppatori first party che quelli third party devono avere il coraggio di osare e proporre qualcosa di davvero originale che spinga l'utente a comprare la console per questa nuova periferica, e titoli come Game & Wario, Rayman ( assente in questo showcase ) Zombie U e Batman, dimostrano che si può fare molto in termini di originalità.

Pur mancando molti titoli terze parti di sicuro richiamo, la line up 2012 Wii U si è presentata in forma, ricca di spunti interessanti e decisamente variegata. Alcuni ritorni molto importanti, qualche novità che rinfresca l'ambiente e il classico stile Nintendo, potrebbero rivelarsi il cocktail vincente per il grande sviluppatore giapponse.