Speciale Lara Croft: l'evoluzione di un'eroina "vera"

Tutti i volti di Lara Croft!

di Fabio Fundoni
La genesi di un mito

Sedici anni fa nasceva Lara Croft. No, non preoccupatevi, questo non significa che sia una sedicenne ancora lontana dalla maggiore età perché, come ben sapete, l'allora team di sviluppo, i Core Division, decisero di dare vita ad una eroina decisamente matura e... ben formata. Lara Croft, la predatrice di tombe. Lara Croft, l'archeologa. Lara Croft, l'esperta di ogni arte da combattimento. Lara Croft, la ragazza agile come un gatto. Lara Croft, la donna che ha fatto impazzire il mondo dei videogame e non solo, diventando una vera e propria icona capace di oltrepassare la barriera della virtualità per diventare una icona popolare e meritarsi film, fumetti, gadget di ogni tipo e un posto di riguardo nel cuore di milioni di persone. Canzoni dedicate da artisti di svariate nazionalità, citazioni più o meno velate in tutti i media e persino una strada della città di Derby (Regno Unito) che porta fieramente il suo nome.

Per quanto sia bella e digitalmente immune ai segni del tempo (rughe e cellulite sconfitte senza nemmeno un colpo di pistola), anche la signorina Croft ha avuto il suo bel da fare per continuare a mantenere un aspetto capace di cavalcare l'onda. Così, tra un nuovo motore grafico e l'altro, con relativi aumenti di poligoni e texture migliorate, non poteva che cambiare anche la forma fisica di Lara e stiamo parlando della forma più reale. Sin dal 1996 i vari team di sviluppo che hanno dato vita alla nostra reginetta armata di lanciarazzi si sono avvalsi di altrettanto bellissime ragazze in carne ed ossa per rappresentarne le fattezze in fase di promozione o persino per prendere ispirazione sulla modellazione poligonale così come, parallelamente, le cosplayer di mezzo mondo si sono scatenate per rappresentare la loro eroina, per la gioia degli amanti delle forme femminili.

Andiamo quindi a ripercorrere la storia delle ragazze che hanno impersonato, con più fortuna, il ruolo di miss Croft!

Tomb Raider - Nathalie Cook

La prima “vera” Lara di cui, purtroppo, sappiamo poco o nulla, se non che era la modella ufficiale che fece la propria apparizione alla presentazione del gioco durante l'ECTS del 1996. Insomma, Nathalie non ebbe la stessa fortuna del personaggio che stava interpretando, sebbene basta guardare le immagini a corredo per capire che aveva... talento da vendere!

Tomb Raider 2 - Rhona Mitra

Già basterebbe il cognome della signorina in questione per lasciarsi andare a facili giochi di parole legati, non tanto al copricapo papale, quanto alle armi che Lara non disdegna di utilizzare ai danni dei propri nemici. Rhona è una di quelle ragazze che vanta un corredo genetico multirazziale, in cui si mescolano discendenze legate al Regno Unito e all'India, cosa che le ha donato una bellezza indiscutibile e tratti somatici tanto particolari quanto interessanti. Se la Cook era stata una meteora, Rhona ha lanciato la propria carriera grazie a Lara: due album da solista, svariati film tra cui citiamo Beowulf e Number 23, più una serie smisurata di partecipazioni a serie tv come Nip/Tuck, Stargate Universe e l'attuale Strike Back. Bella e brava. Perché, dunque, il rapporto con Eidos è terminato? Sembra che la casa non abbia gradito la sua presenza sulla copertina di Playboy... noi, invece, l'abbiamo gradita!

Tomb Raider 3 - Nell Mc Andrews e Vanessa Demouy

Per la promozione di Tomb Raider 3 vennero scritturate due bellezze: l'inglese Nell Mc Andrews e la francese Vanessa Demouy. Nell è una top model, ma siamo sicuri che ve ne siete accorti anche da soli. Quello che forse non sapete è che è una maratoneta convinta e che partecipa costantemente a gare in tutto il mondo. Più legata al mondo dello spettacolo Vanessa, che conta una discreta carriera tra cinema, tv e teatro, ma solo nei confini francesi. Insomma: noi ci dobbiamo limitare a guardarla nei panni di Lara. Ce ne faremo una ragione.

Tomb Raider: The Last Revelation - Lara Weller

Nuovo gioco, nuovo cambio. La nostra principessa dell'archeologia è, questa volta, Lara Weller. Di lei sappiamo poco e niente, se non che è una modella teutonica. E che si chiama Lara. Vi pare poco? Se vi pare poco, guardate le sue foto. Somiglianza impressionante con il personaggio interpretato e tantissimi buoni motivi per essere ricordata...

Tomb Raider Chronicles - Lucy Clarkson

Lucy non si chiamerà Lara come colei che la precedeva, ma ha comunque tantissimi argomenti per farsi voler bene. L'inglesina classe 1982 all'epoca della presentazione del gioco aveva 17 anni, ma questo non le impedì di vincere la concorrenza di molte altre ragazze e di diventare il volto di Lara Croft. D'altro canto a 16 anni si era già guadagnata le copertine di diverse riviste e voi, all'epoca, avreste rischiato di guadagnarvi un posto in galera. Guardando il suo curriculum troviamo tanto lavoro nel campo della moda, qualche apparizione televisiva e una campagna per la PETA di cui, però, non vi mostreremo le foto. Siamo cattivi.

Tomb Raider: The Angel of Darkness - Jill De Jong

La cara Jill è stata scelta come la Lara di quello che possiamo definire, senza troppi problemi, come il capitolo peggiore della saga. Per fortuna lei è riuscita, assieme ad una canzone dei Litfiba scritta appositamente, ad indorare un po' la pillola. Modella tedesca, Jill ha prestato il volto (e il corpo) a campagne di marchi importantissimi, per poi volare a Los Angeles e cercare di diventare attrice. Ci sta ancora provando. No, non ha un fratello calciatore.

Tomb Raider Legend e Tomb Raider Anniversary - Karima Adebibe

Due giochi per una sola modella: record! E Karima si merita questo e tanti altri record. 173 centimetri di bellezza, disposti su misure da urlo: 87-68-94. Verrebbe voglia di imparare a contare solo per questo. Inglese, ma con ascendenze marocchine, greche e irlandesi, Karima continua a fare la modella e ha recitato una piccolissima parte in Alien vs. Predator. Si, persino più piccola di quella di Raoul Bova.

Tomb Raider Underworld - Alison Carrol

Atletica più che mai: Alison Carrol è stata una buona praticante e insegnante di ginnastica artistica, prima di calarsi nei (pochi) vestiti di Lara Croft, mostrando una agilità fuori dal comune, oltre a un fisico da urlo. Dopo essere stata selezionata da Eidos nel 2008, la vita le ha sorriso ed è entrata nel mondo del cinema, interpretando diversi ruoli. Andate a vedervi Doghouse di Jake West. E attenti alle tossine.

Tomb Raider (2013) - Camilla Luddington

Nuovo corso per la saga di Tomb Raider e novità anche per la ragazza scelta a rappresentare Lara. Niente volti nuovi o esordienti, ma una attrice con una certa carriera alle spalle: Camilla Luddington. Lara ringiovanisce, perde alcuni centimetri nelle sue formosità e Camilla rappresenta il nuovo volto della saga. Inutile dire che non vediamo l'ora di vederla nei panni di Miss Croft dopo che ha recitato in una marea di serie tv: CSI, True Blod e Californication sono quelli che ricordiamo con più piacere.

Tomb Raider, i film - Angelina Jolie

Lara Croft per antonomasia, quantomeno per il grande pubblico. Aneglina Jolie ha interpretato Lara in Lara Croft: Tomb Raider e Tomb Raider: La culla della vita, facendo sognare tutto il pubblico maschile e crepare d'invidia quello femminile. Per par condicio. Di certo non staremo qui a presentarvi la signora Pitt, qualsiasi cosa diremmo sarebbe riduttivo.

Meagan Marie

Capitolo a parte per la nostra amica Meagan Marie che in vista del prossimo Tomb Raider abbiamo stressato e intervistato più volte di quante l'umana decenza ci dovrebbe permettere. La storia di Meagan è particolarissima: inizialmente era una semplice cosplayer che, tra i propri lavori, aveva anche rappresentato Lara Croft. La cosa piacque talmente ai Crystal Dynamics che la contattarono e iniziarono a collaborare con lei. Il risultato? Ora Meagan è Community & Communication per quel che riguarda il nuovo Tomb Raider e gira il mondo per spiegare alle redazioni come la nostra le qualità del nuovo gioco del team, dopo aver lavorato, per un cero periodo, con la rivista Game Informer. Vogliamo dire la verità? E diciamola: non ci dispiacerebbe vederla nuovamente con gli abiti della nostra eroina preferita!

Il corpo di Lara? No, i corpi di Lara! Un viaggio tra le modelle che hanno rappresentato il sogno di milioni di videogiocatori!