Speciale GamesCon 2009 - Colonia

Mafia II e Borderlands: incontro ravvicinato con le stelle di 2k!

di Fabio Fundoni
Cose dell'altro mondo

La GamesCon, tenutasi pochi giorni fa a Colonia, è stata un importante appuntamento per ritrovare alcuni giochi visti in passato e attesi nei prossimi mesi. In casa 2K due dei titoli che hanno maggiormente catalizzato l'attenzione dei videogiocatori e della stampa specializzata sono sicuramente Borderlands e Mafia II. Il primo è il nuovo modo di vivere gli FPS dal punto di vista del team GearBox, mentre il secondo è il tanto atteso seguito del primo Mafia, una avventura che ha saputo lasciare un segno profondo nel cuore di tutti quelli che hanno potuto giocarvi.

"table_img_3"1"2"

Posiamo nuovamente gli occhi su Borderlands per avere preziose conferme su quanto avevamo già visto. I ragazzi di GearBox hanno voluto mostrarci una intensa partita a quattro, punto che pare essere uno dei cavalli di battaglia del titolo. Sul pianeta Pandora, colonizzato dall'umanità e già in pesante stato di degrado, ad ogni angolo dovremo attenderci un pericolo, che sia esso portato da altri esseri umani come noi o terribili creature estremamente ostili.

Dando il via ad una missione con un singolo personaggio, in men che non si dica si sono potuti aggiungere alla quest altri tre giocatori, per formare la squadra dei quattro eroi della trama: Mordecai, Lilith, Brick e Roland, tutti con specifiche qualità che ne determinano il diverso uso durante i combattimenti. Destinazione dei nostri è stato l'accampamento di un gruppo di feroci banditi e, per arrivarci, abbiamo potuto vedere in azione un paio di veicoli che saranno disponibili nella versione finale del titolo. Le vetture a nostra disposizione avranno due postazioni, una di guida e l'altra di fuoco. Morale della favola, un giocatore dovrà impegnarsi al volante mentre l'altro scaricherà tutte le sue munizioni sui nemici che proveranno a sbarrarci la strada. Inutile dire che sarà importantissimo mettere a sparare il personaggio più in gamba con le armi pesanti, in modo da fare terra bruciata attorno a noi.

Il breve viaggio verso il nostro obiettivo si rivela molto interessante: nonostante un terreno decisamente brullo, ma condito da qualche rara costruzione umana, i pericoli sono davvero tanti. Arrivati a destinazione è l'ora di dare il via alla carneficina: centinaia di proiettili viaggiano verso gli avversari, uccidendoli o mutilandoli in molteplici modi. Finito il massacro, e di massacro davvero si è trattato, visto il gran numero di nemici falciati (tra l'altro pronti a porre una strenua resistenza), è stato il momento di curarsi le ferite e controllare il bottino. Come ormai è stato detto più volte, troveremo diversi elementi che ci daranno la capacità di acquisire nuove conoscenze tecnologiche con cui potremo costruire le nostre armi con un numero di combinazioni che supererà il milione di esemplari. Nemmeno il tempo di rilassarsi che qualche cosa di nuovo stava per succedere: per decidere chi fosse il migliore, Brick e Mordecai si sono sfidati, creando una arena elettronica appositamente avviabile in qualsiasi momento, quando insomma vorremo condire le nostre avventure con sfide tra gli utenti. Non ci sarà mai un attimo di tranquillità, per la gioia dei più accaniti guerrafondai.

Il nostro incontro è terminato con l'assicurazione che il team sta pensando a diverse “sorprese” che si tradurranno in DLC, logicamente dopo il rilascio del gioco che è atteso per il prossimo Ottobre. Quel che ci ha colpito particolarmente è il motore grafico, capace di mostrare già una fluidità di tutto rispetto, accompagnata da ottime animazioni (anche dei veicoli) e dallo stile “cartoonesco” che il team di sviluppo ha denominato “Concept Art”. Siamo ansiosi di vedere quanto storia principale e l'online riusciranno ad amalgamarsi, cosa fondamentale da scoprire per capire il valore finale del gioco che ci ha comunque invogliati a seguirne con interesse le fortune. Ci rivediamo ad Ottobre, naturalmente sul pianeta Pandora!

"table_img_3"3"4"

A spasso per Empire Bay

L'altro protagonista dello stand di 2k arriva dalla Repubblica Ceca, ma “parla” Italiano. Ci stiamo naturalmente riferendo a Mafia II, in fase di sviluppo negli studi di 2K Czech e previsto per i primi mesi del prossimo anno. Rispetto al nostro ultimo incontro con Vito e gli altri componenti della “famiglia”, abbiamo trovato i lavori in netto avanzamento, sia dal punto di vista tecnico che per quanto riguarda il gameplay. Questa volta siamo andati a stanare Vito direttamente nel suo appartamento, trovandolo in compagnia di un amico e di due prostitute. Niente male come inizio, chiaro segno che Mafia II non vuole compiere autocensura e mostrare qualsiasi tipo di contenuto, se utile a ricreare l'atmosfera ricercata. Come già in passato, abbiamo potuto notare la cura con cui sono stati riprodotti anche i minimi particolari. Quadri, mobili, persino la tappezzeria: tutto ci ha riportato con la mente agli anni '40.

Per passare alla azione vera e propria, il nostro protagonista ha utilizzato il telefono di casa, mezzo più rapido per trovare missioni da compiere. Accettato il compito propostogli, Vito ha scelto un vestito dal suo guardaroba (potremo sbloccare e collezionare una ampia gamma di abiti indossabili), per poi scendere le scale di casa e salire in macchina. Nemmeno il tempo di dare gas che la situazione si è fatta incandescente: una delle tue ragazze che stavano tenendo compagnia ai nostri picciotti tampona un bulletto del quartiere, scatenandone le ire. Tra i vari comportamenti possibili, i ragazzi di 2K ci hanno mostrato la possibilità di scendere dalla vettura e difendere la signorina. Ne è nata una rissa degna delle peggiori periferie cittadine, che ha visto Vito avere la meglio e guadagnarsi la gratitudine della prostituta (siamo curiosi di sapere che tipo di conseguenze la cosa avrà nel gioco).

Con un breve percorso in macchina si è finalmente raggiunto il luogo della missione, un garage accuratamente sorvegliato dalla polizia. Con mosse stealth degne di un agente segreto, Vito ha messo fuori combattimento le guardie, per poi finalmente utilizzare delle molotov (precedentemente recuperate) per distruggere le vetture contenute nel magazzino. Non tutto però può sempre andare bene e, in pochi minuti, la polizia è accorsa sul luogo e circonda il nostro antieroe, che è riuscito comunque a fuggire con una vettura salvatasi dalle molotov. Come in tutti i film sulla malavita che si rispettino, non poteva mancare un inseguimento per le strade della città, culminato con l'arrivo nei locali di un meccanico della malavita che, pagato adeguatamente, ha cambiato vernice e targa del veicolo, offrendo persino la possibilità di customizzare diverse parti della vettura come motori o parti della carrozzeria.

Quanto mostratoci dai ragazzi di 2K Czech, non ha fatto altro che confermarci quanto il team stia continuando a seguire la strada tracciata sin dall'inizio dello sviluppo del gioco, cioè la ricerca di dare vita a un mondo credibile in cui muoverci seguendo una trama forte e piena di spunti, senza paura di trattare argomenti maturi e “scomodi”. Il gameplay non sembra essere da meno, tanto che Vito pare poter avere più di un modo per approcciare le diverse situazioni. Le fasi di guida dovrebbero poi offrire un discreto realismo rispetto alle macchine rappresentate, grazie anche ad un motore fisico che gestirà l'aderenza dei pneumatici in base al tipo di terreno su cui guideremo e alle condizioni atmosferiche (attenti al fondo bagnato!). Mancano ancora diversi mesi al periodo fissato per l'uscita di Mafia II, tempistiche che non possono fare altro che rassicurarci sulla resa finale del prodotto, che deve ancora migliorare alcuni dettaglia grafici (leggi: “tearing”) e qualche animazione, come d'altronde è naturale che sia a questo punto dei lavori. Difficile non attendere l'uscita di questa esperienza ludica che già sembra farci tante succulente promesse...

Mafia II e Borderlands ci hanno chiaramente mostrato che, nel prossimo futuro, il firmamento di 2K potrebbe ospitare due nuove stelle di prima grandezza. Se Mafia II ha dalla sua un comparto ludico creato con cura certosina e adatto a chi serca un'esperienza degna dei migliori film su "Cosa Nostra", Borderlands carica la propria pistola con proietti a base di immediatezza e azione sfrenata. Il gioco di Gearbox ci è parso già sulla piattaforma di lancio (lo attendiamo per il prossimo Ottobre), mentre Mafia, in arrivo per i primi mesi del 2010, riceverà ancora qualche miglioramento. In ogni caso due titoli da tenere d'occhio...