Recensione Zoo tycoon 2

di Roberto Crispo
Come cantava Jannacci nel '67: "si potrebbe andare tutti quanti allo zoo comunale...per vedere come stanno le bestie feroci...", oppure, più comodamente, inserire un CD nel proprio pc di casa e ottenere più o meno la stessa cosa. Il CD in questione è quello di Zoo Tycoon 2, gioco della Microsoft e della Blue Fang Games; il cui primo episodio, pubblicato nel 2001, ha ottenuto un buon successo di pubblico, anche se magari non altrettanto buono dalla critica. Il titolo Microsoft si ripropone oggi in una veste del tutto nuova, che ne migliora sicuramente l'aspetto ma introduce importanti novità anche sotto il profilo dell gameplay. Ma iniziamo dal principio...

All'inizio era il nulla...

Zoo Tycoon 2 propone tre modalità di gioco principali,: spaziando dalla modalità libera, alla classica campagna, fino a giungere alla inedita sfida. Nel gioco libero avrete a disposizione fondi illimitati e tutti gli oggetti disponibili nel gioco sono tutti già "ricercati" e pronti per essere comprati e posizionati all'interno del vostro zoo. Si evince, quindi, che questa modalità è indicata per chi si avvicina per la prima volta a Zoo Tycoon e desidera fare sperimentazione o semplicemente è curioso di vedere tutto ciò che si potrebbe avere o fare all'interno del proprio Zoo, grazie soprattutto ai fondi illimitati che si ottengono ad inizio partita. Avventurando

vi invece nella campagna vera e propria vi verranno messi di fronte diversi scenari in cui dovrete dimostrare la vostra abilità nel gestire uno zoo. Vi sarà chiesto di riportare uno zoo dal bilancio in rosso al vecchio lustro o anche di costruirne uno da zero adatto ad ospitare tre diversi animali della savana (leoni, zebre, gazzelle, etc).

Essendo Zoo Tycoon 2 un titolo rivolto ad un pubblico decisamente giovane, risulta essere estremamente semplificato nelle sue meccaniche di gestione, che non presenteranno alcuna difficoltà per i giocatori più navigati, che si accorgeranno ben presto che il raggiungimento di questi risultati è solo "una questione di tempo". I visitatori arrivano, pagano il biglietto di ingresso, comprano una bibita, un panino o un souvenir, e magari fanno qualche donazione allo zoo se sono soddisfatti e vedono gli animali felici, quindi spesso si tratterà di aspettare che i soldi aumentino per poter costruire una nuova location per un nuovo animale e così via. Proprio per venire in contro ai giocatori più esperti o più bravi c'è la modalità sfida. Qui vi verrà chiesto non solo di gestire lo zoo, ma anche di portare a termine qualche piccola "sfida" appunto. Racimolare un tot di soldi, avere un determinato numero di visitatori o un certo ammontare di offerte, o magari scattare la foto di un elefante che gioca con una palla...già...e questo ci catapulta alla vera novità e aspetto positivo di Zoo Tycoon 2, il 3D.

...poi fu il poligono.

L'aspetto grafico è decisamente migliorato rispetto al primo episodio, non fosse altro per l'acquisto di una dimensione! Il motore grafico implementato è leggerissimo (il tutto a vantaggio deii requisiti minimi) e riesce a gestire benissimo tutte le texture e gli "oggetti" presenti sullo schermo. Potrete non solo ruotare la telecamera della visuale come più vi aggrada, ma potrete addirittura mettervi nei panni di un visitatore o di un uomo del personale (guardiani, addetti alle pulizie...) e andare a spasso per lo zoo e verificare la bontà del lavoro pianificato a tavolino. Potete andare assolutamente dove volete, anche nelle gabbie degli animali, e anzi, a volte questo è necessario. Come detto sopra potrete scattare delle fotografie degli animali, e conservare in un libro quelle che più vi piacciono, ma entrando nei panni di un addetto delle pulizie il vostro compito sarà ben diverso dall'immortalare un elefante che gioca con una palla...dovrete tenere lo zoo pulito, e quindi aggirerete tra la folla (si spera), spostandovoi di cassonetto in cassonetto per svuotarli, o magari raccogliendo la cartaccia buttata a terra da un maleducato.

Ovviamente potrete essere anche un guardiano se lo desiderate, e vi spetterà andare di recinto in recinto a controllare che gli animali stiano bene, siano puliti e abbiano cibo e acqua in abbondanza. Pur confermando quanto detto poco fa sulla generale bontà estetica di Zoo Tycoon 2, non possiamo non puntare il dito contro i modelli tridimensionali di animali e visitatori, che risultano essere costituitu da un basso numero di poligoni e denunciano una spiccata "spigolosità". A peggiorare questo aspetto arriva anche una gestione non ottimale delle collisioni, che porteranno spesso gli animali a compenetrare le strutture o gli altri animali stessi. Ma lo ripetiamo, sono cose che si notano principalmente nella visuale in prima persona e a cui di sicuro un pubblico giovane non bada e che un audience poco esperta non ricerca.

Il libero arbitrio

Grazie al motore 3D, costruire lo zoo dei propri sogni o che risponde alle proprie esigenze è veramente semplice e rapido. In tempo reale si possono creare avvallamenti del terreno, pozze d'acqua o terreni sopraelevati, il tutto grazie all'apposito editor utilizzabile in ogni momento della partita, permettendo, tra l'altro, più e più sperimentazioni del layout di una determinata location. Gli oggetti, sia quelli per arredare lo zoo (bagni, negozi, panchine...) che quelli per renderlo efficiente (recinzioni, giochi e case per gli animali...), sono numerosissimi, ben realizzati e i visitatori vi interagiranno in modo ottimo. Così vedrete persone che mangiano lo zucchero filato, o che sorseggiano una bibita e altre che se ne vanno in giro con un cappello con le corna da alce o la testa di coccodrillo. Potrete anche spostare ogni cosa sullo schermo, compresi animali e visitatori, e mettendo il gioco in pausa potete quindi rimodellare lo zoo o una parte di esso come preferite, spostando di qua e di là tutto quello che vi impiccia.

La cosa più importante per il successo del vostro zoo resta comunque il benessere dei vostri animali. Un ambiente adatto, cibo adeguato, giochi con cui distrarsi e nascondigli da usare per difendersi dagli sguardi asfissianti della folla.

Gestire tutte queste cose può essere davvero difficile, soprattutto considerando il numero di animali a disposizione e ovviamente per il fatto che non tutti sanno cosa mangia un pavone, o con che cosa giocherebbe volentieri un orso polare. Per ovviare a questo a disposizione del giocatore ci sono due cose: una "zoopedia", ossia un estratto dalla enciclopedia Encarta della Microsoft ricca di informazioni sugli animali presenti nel gioco, e un "assistente" che ogni volta che vorrete vi suggerirà habitat, cibo, e quant'altro possa soddisfare le condizioni di vita di un dato animale. Utilissimo, e "semplicissimo da usare", l'assistente vi permette di creare sempre una recinzione adatta se non perfetta per un determinato animale...poi si tratta solo di aspettare che la gente arrivi per vederli e faccia acquisti e donazioni.

L'onniscienza

Altra cosa importantissima nella gestione dello zoo è tenerlo sotto controllo quando diventa grande e ricco di persone che vanno e vengono. Di sicuro gli addetti alle pulizie e i guardiani vi aiuteranno (se non "libereranno") dalla necessità di pulire il parco e rendere felici e sani gli animali, ma resta sempre da vedere se i vostri visitatori sono soddisfatti o meno...e questo spetta solo a voi. L'interfaccia di Zoo Tycoon 2 è talmente ricca da non lasciare nulla di in-contemplato. Non solo potrete sapere se i vostri visitatori sono insoddisfatti (tramite l'apposita iconcina sopra la testa), ma vedrete anche per quale motivo ("suggerendovi" quindi un modo per ovviare al problema, tipo: "non trovo un bagno libero", "non so dove buttare i rifiuti", "il leone non sembra che stia nel suo habitat" ecc ecc). Ogni oggetto sullo schermo è selezionabile e in una provvidenziale finestra compariranno tutte le informazioni che potete desiderare a riguardo.

Cliccando ad esempio su un negozio (di bibite, panini, gelati...) vi verrà detto quanto ha guadagnato dall'inizio del suo lavoro e nell'ultimo mese (magari quindi potrete provare diverse posizioni all'interno dello zoo), impostare il prezzo degli oggetti in vendita tra basso, medio e alto; oppure selezionando un visitatore potrete vedere i suoi pensieri, cosa lo soddisfa e cosa no, e sapere anche quanti soldi ha in tasca per sapere se potete "spremerlo" ancora un po' o se è il caso di installare un bancomat da cui possa prelevare per fare altre compere. Oltre alle informazioni di ogni singolo oggetto vengono fornite anche quelle relative a tutto lo zoo: l'andamento finanziario, quello dell'umore dei visitatori, o la salute degli animali. Insomma a portata di un paio di click l'intera gestione dello zoo è davvero in vostro controllo e davanti ai vostri occhi, in schermate dalla grafica cartoonesca e colorata, ricca di icone e simboli facilmente comprensibili e chiari nella loro funzione.

Il peccato

Ovvero, cosa non ci ha convinto: il sonoro. Non tanto per la qualità in sè, quanto, piuttosto, per la quantità. Chi ha giocato almeno una volta ai vari Theme Park della Bullfrog ricorderà perfettamente come le proprie azioni di gioco erano accompagnata da simpatici motivi di sottofondo che non solo servivano a riempire il vuoto di uno Zoo completamente vuoto, ma che in questo caso avrebbero potuto coprire in parte il brusio di sottofondo della folla e alcuni versi a dir poco irritanti di alcune specie (avete idea del verso di un Pavone?).

Zoo Tycoon 2, in definitiva, è un gioco è ben fatto, divertente e piacevole e presenta numerose e importanti migliorie dal primo episodio. Questo titolo si propone come una valida alternativa ai frenetici videogame di ultima generazione, fornendo un momento di divertimento e relax anche ai giocatori più incalliti. Risulta essere invece addirittura un videogioco ottimo per chi muove i primi passi nel genere gestionale, o per i giocatori più giovani che cercano qualcosa di divertente, colorato, semplice e anche istruttivo.

7
ArrivA anche in Italia il secondo episodio di Zoo Tycoon, titolo di discreto successo della Microsoft di qualche hanno fa (2001). In tanti avevano apprezzato l'idea di costruire e gestire lo zoo delle meraviglie, ma erano rimasti un po' delusi da alcune delle meccaniche di base del gioco in sè. Ebbene, questa nuova versione ci ha convinto maggiormente, sia per le innovazioni a livello tecnico (grafica su tutto), che sul piano del gameplay (gestione praticamente onnicomprensiva del proprio zoo). Per di più in un mondo videoludico affollato da sangue e pallottole, i più giovani troveranno in Zoo Tycoon un titolo adatto a loro nei contenuti anche educativi.