Recensione Yoda Stories

di Tiscali News
I più bravi fra di voi ricorderanno un gioco uscito qualche anno fa per PC chiamato come questo che ci apprestiamo a recensire. Ebbene si, ci troviamo d' innanzi proprio alla riedizione portatile di quel vecchio, non troppo acclamato, titolo

Naturalmente ancora una volta le sorti della galassia dipenderanno dal nostro eroismo: questa volta ci troveremo ad affrontare l'impero in una serie d'avventure nei panni di Luke Skywalker, guidati dal maestro Jedi Yoda

Per i più corti di memoria Yoda è il "nanetto" verde con le orecchie a punta che parla in modo strano. Se siete troppo giovani per non aver mai visto la prima trilogia di Guerre Stellari, ma avete visto il recente e deludente "La minaccia fantasma", avrete forse notato come Yoda fosse l'unico personaggio principale non creato in computer grafica ma in gommapiuma

Questo è dovuto al fatto che Yoda appare per la prima volta nella vecchia trilogia (come avviene in questo gioco, per insegnare al giovane Luke), e che non è stato possibile ricostruire il suo aspetto sognante e spelacchiato con i moderni mezzi della grafica computerizzata

Tornando al gioco, questo è ambientato ai tempi della prima trilogia, quella che ora si chiama episodio 4, 5 e 6, e che anche se cinematograficamente è stata prodotta prima risulta essere in realtà la seconda trilogia della avventure di Star Wars. Insomma, in questi tempi l'Impero, nel pieno della propria ascesa, tiranneggia per la galassia e la ribellione tenta in modo eroico e disperato di ripristinare l'ordine universale e riportare l'armonia per tutti i popoli intergalattici

Il vostro attuale ruolo in quest'epica battaglia sarà quello di completare il vostro addestramento di cavaliere Jedi, compiendo 15 missioni, che variano dal sabotaggio di basi imperiali al recupero d'amuleti dai poteri misteriosi

All'inizio d'ogni missione il saggio Yoda vi descriverà brevemente il vostro compito e vi farà dono di un oggetto particolare, che ovviamente si rivelerà utile per l'adempimento del vostro compito. Toccherà a voi poi andare in giro e risolvere tutti i vari piccoli enigmi che porteranno al successo della vostra missione

Yoda Stories si presenta come un classico RPG d'ispirazione giapponese. Il vostro personaggio si muove per i vari pianeti visualizzato a volo d'uccello, può interagire con gli altri personaggi per acquisire informazioni o scambiare oggetti, ingaggiare battaglie in tempo reale con le forze del male e cercare oggetti spostando vari elementi presenti come sassi o bauli

L'oggetto più importante da recuperare all'inizio d'ogni missione è il localizzatore, che vi consentirà di visualizzare tramite il tasto select la mappa dell'area in cui opererete, mostrandovi i punti in cui vi sono puzzle da risolvere e dandovi un piccolo aiuto scritto per la risoluzione degli stessi. Yoda Stories, infatti, è strutturato in una serie di piccoli eventi, che vanno risolti per in modo più o meno lineare, visto che spesso solo dopo aver risolto un puzzle otterrete l'oggetto e le informazioni utili per risolverne un secondo

Al contrario di Zelda o altri RPG in Yoda Stories sarà poi possibile morire, senza poter ricominciare dall'ultima azione compiuta con successo ma dovendo ricominciare completamente tutta la missione. E spesso vi capiterà di dover ripetere più volte intere missioni, perché non riuscendo a capire come affrontare uno degli ultimi enigmi proposti morirete a ripetizione in quel punto. Inutile sottolineare quanto questo sia frustrante

All'inizio del gioco, come ogni cavaliere Jedi che si rispetti, sarete dotato della vostra spada laser. Arma sicuramente scenografica, ma poco efficace per via della sua scarsa portata di fuoco. Vi sarà allora possibile armarvi di mitragliatori laser e altri ottimi gingilli che vi aiuteranno nei combattimenti con le guardi imperiali

Ma, come già detto, state attenti: se la vostra barra d'energia si esaurirà la vostra missione sarà un fallimento e dovrete iniziarla nuovamente. Esistono in ogni caso dei kit medici che vi aiuteranno a rimettervi in sesto quando sarete feriti, com'esistono dei centri medici robotizzati in grado di curarvi. Altro "oggetto" importante ai fini della vostra sicurezza e della risoluzione delle missioni è "la forza". Grazie ad essa potrete plasmare le menti più deboli, o spostare oggetti che altrimenti vi sarebbero inaccessibili

Come avrete capito non è certo lo spessore che manca a questo gioco. Purtroppo però ci troviamo di fronte ad una realizzazione tecnica a dir poco non all'altezza delle attese. Graficamente il tutto è realizzato in modo pulito e a volte fin troppo colorato. Purtroppo però i personaggi, mal animati, si muovono in modo traballante, saltando fastidiosamente di casella in casella della mappa, e rendendo difficili e spesso ridicoli i combattimenti. Le musiche, anzi l'unica musica, ovviamente tratte dal tema principale di Guerre Stellari, risulta alla lunga ( neanche troppo alla lunga... diciamo dopo cinque minuti) dannatamente ripetitiva e vi invoglierà ad abbassare il livello del sonoro del vostro Gameboy Color per proseguire nelle vostre avventure. Merita invece una menzione di merito lo splendido manuale, ricco d'immagini tratte dai film vi illustrerà tutte le caratteristiche e funzioni del gioco in lingua italiana. Il gioco invece è solamente in inglese, ma non vi preoccupate i dialoghi sono pochi , brevi, e comprensibilissimi

Ultima nota, l'unico modo per ottenere una password che vi consentirà di iniziare il gioco da un livello avanzato è quella di completare una missione. La cartuccia infatti non possiede memoria tampone e non è quindi possibile salvare nel mezzo di una missione, quindi se vorrete tuffarvi nel magico mondo di Star Wars e tentare di salvare l'intera galassia armatevi di un po' di pazienza e una buona dose di tempo. E che la forza sia con voi.

8
Yoda Stories è un gioco appassionante (soprattutto per i fan della saga) e con uno spessore invidiabile. Non capita spesso di avere nelle proprie mani le sorti di un'intera galassia. La realizzazione tecnica decisamente approssimativa lo penalizza, ma se badate di più alla sostanza che alla forma provatelo, difficilmente ve ne staccherete prima di aver completato il vostro addestramento da cavaliere Jedi.