Recensione V-Rally Edition 99

di Tiscali News
Le persone che si accingono a leggere questa recensione dovrebbero essere, secondo il mio punto di vista, piuttosto ansiose perché, come tutti sanno, le simulazioni di guida mancano in particolar modo sul 64 bit di casa Nintendo e, altro particolare assolutamente non trascurabile, stiamo parlando di un gioco che ha già un predecessore di successo, seppur  su Playstation. Cari lettori di Console Chopper, è con immenso dispiacere che vi comunico che il giochetto in questione non ha risposto appieno alle aspettative. Ehi! Dove andate? Non ho detto che fa schifo! Leggete fino in fondo che potrebbero esserci delle sorprese..

MA IL N64 NON AVEVA 64 BIT?

Direi di cominciare dall'aspetto che mi ha maggiormente deluso: la grafica. Nei mesi scorsi, erano affiorate immagini di un V-Rally per N64; mentre la maggior parte delle riviste e della gente erano rimaste impressionate dalla grafica, io sono sempre restato un po' diffidente, perché proprio non mi piaceva! C'era qualcosa che non andava!

Ora che finalmente il gioco è uscito (una volta tanto prima in Europa che negli USA), ho riscontrato a malincuore che le mie sensazioni non erano infondate. Infatti V-Rally edition 99 sembra più un sequel del primo V-Rally per Playstation che un gioco creato per sfruttare appieno la potenza del N64 (senza nulla togliere alla macchina Sony)! Anzi, sento di potermi sbilanciare e affermo che perfino il sequel per PSX avrebbe avuto una grafica migliore! Dico queste cose perché non solo il gioco ha una grafica pixellosa (cosa veramente insolita per un titolo del N64), ma è anche afflitto da un pop-up a dir poco impressionante: non c'è oggetto che non abbia all'improvviso, la pista si compone esattamente sotto gli occhi del videogiocatore

A questo punto si può anche pensare che la grafica abbia toccato il fondo, ma non si sa mai cosa può accadere... Infatti il gioco è afflitto anche da bad clipping, e così via con le macchine che penetrano i muretti e le montagne!

Quello che mi lascia perplesso è il fatto di trovare accanto a questi grossolani difetti, delle finezze notevoli: le sgommate che lasciate sulla pista rimangono per tutta la gara, il lens flare è meraviglioso, l'effetto dei fari è realizzato benissimo, sullo sterrato la macchina alza una nuvoletta di  sabbia e l'effetto nebbia è usato come si deve; solitamente accade il contrario (bella grafica ma niente finezze) e devo dire che sarebbe stato meglio fare così

Comunque questo fatto evidenzia che il gioco non è stato sviluppato in fretta e furia come la grafica generale mi aveva fatto pensare all'inizio

SI' VIAGGIARE...

In V-Rally 99 potete scegliere tra tre modalità di gioco differenti: Arcade, Time Trial, Championship. Nella prima vi troverete in pista con altre tre vetture ma lo scopo non è arrivare primi, no no, dovete invece correre contro il tempo perché durante il percorso sono disseminati dei check point che devono essere attraversati entro un tempo limite: se poi, una volta battuto il tempo, arrivate primi, è solo un bene per la vostra fuga verso la vittoria visto che l'obiettivo finale è quello di avere un tempo inferiore a quello dei tre avversari

La modalità Time Trial è, in parole povere, la modalità allenamento che vi permette anche di gareggiare contro voi stessi (tramite un fantasma - che ha un effetto trasparenza veramente ben fatto - della vostra vettura nel giro migliore) in piste che dovete aver percorso precedentemente nell'Arcade e nel Championship, ed è naturalmente la modalità che conferisce una maggior longevità al gioco visto che limare i propri tempi migliori (o quelli del vostro amico) è senza dubbio una sfida senza fine; cioè, non esageriamo, ad un certo punto finisce, però molto tardi. Un'ultima precisazione e poi vi lascio andare: il gioco non necessita di Controller Pack e si possono memorizzare fino a 4 piloti diversi (il che vuol dire essere a conoscenza dei Km percorsi da ognuno in tutta la durata del gioco) ed è ben supportato il Rumble Pack che avvisa quando si sta scherzando un po' troppo con i bordi della pista

La modalità Championship è approsimativamente uguale alla modalità Arcade, con due differenze: non sono in pista le altre tre macchine e non ci sono i check point; quindi l'unica differenza sostanziale è che non avete limiti sul tempo in cui dovete portare a termine una pista

NON USARE MAI IL FRENO, MI RACCOMANDO!

Per chi non avesse mai giocato a V-Rally per PSX, deve sapere che il gioco in questione è stato fortemente amato e anche fortemente odiato perché riproduceva la realtà in maniera impressionante e quindi ad ogni collisione la macchina si girava su sé stessa o rallentava notevolmente. I puristi amavano questa cosa, i fan del gioco arcade la odiavano

V-Rally 99 è IDENTICO al suo predecessore sotto questo punto di vista: al minimo contatto... VOOM... si vola! Poi dipende anche dall'abilità del pilota, da quale superficie si coccia e dalla velocità con cui questo accade, ma in generale è difficile venire fuori bene da un contatto con i bordi della pista o contro altre macchine

Personalmente ho trovato questo fatto frustrante durante i primi giri in una nuova pista ma poi è in grado di dare grandi soddisfazioni perché l'arrivare primo assume ancora più significato e, in fin dei conti, l'obiettivo è quello di rimanere sempre in pista, quindi se uno sbaglia è giusto che sia punito (anche se a volte è un po' eccessivo nel punire: più di una volta ho nominato tutti i santi e a volte anche il Padre Eterno)

Quindi ritengo che la giocabilità sia a livelli altissimi e siccome il gioco ha una difficoltà piuttosto elevata vi terrà impegnati molto a lungo. Con l'aumentare del livello di difficoltà la macchina diventa, come dire? La sentite più "nervosa" sotto i vostri comandi, è più difficile da controllare insomma!

AAAAH.... MUSICA PER LE MIE ORECCHIE...

Insieme alla grafica c'è un altro particolare che è, a dir poco, scandaloso: il sonoro. La prima volta che ho giocato, ho provato un crescendo di emozioni che danno una buona interpretazione della qualità del sonoro e quindi ve le esporrò brevemente: non appena ho sentito la musica presente nei menù, ho avuto un desiderio quasi incontrollabile di andare a comprare l'ultimo CD di Fiorello per usarlo come sottofondo nei menù, ma, con un grande sforzo di personalità, sono riuscito a resistere. Una volta cominciato il gioco vero e proprio, ho avuto una decisione definitiva e ho fatto un patto con il diavolo per poter diventare completamente sordo

A parte la divagazione, il sonoro è veramente deprimente! Nei menù sarete accompagnati da un motivetto squallido e lineare, tutte le macchine fanno lo stesso rumore e, se vi lanciate a 180 Km/h contro una montagna, non sentirete neanche un sussurro. Gli effetti sonori non sono certo migliori e si riducono semplicemente al co-pilota che vi aiuta comunicandovi la difficoltà e la direzione della curva e, se vi fermate nei pressi del pubblico, potrete sentire delle urla insensate al vostro indirizzo (o almeno presumo, magari stanno urlando agli spettatori che sono dall'altra parte della strada...). Veramente un insulto alle vostre orecchie

CI GIOCO DUE GIORNI E POI LO USO COME FERMACARTE?

Come accennavo già in precedenza, la longevità di questo titolo è veramente notevole: già al primo livello di difficoltà c'è da sudare per ottenere buoni risultati, ci sono tre modalità avvincenti, ci sono 50 piste e 12 macchine originali di default e altre se ne possono ottenere durante il gioco

Stranamente il multi-player non conferisce nulla di particolare al gioco: si può giocare in due ma non è molto esaltante perché si è soli... In due su una pista... Un po' pochino..

Comunque, V-Rally edition 99, grazie alla altissima giocabilità, risulta essere un gran bel gioco nonostante gli evidenti problemi a livello grafico e sonoro.

V-Rally edition 99 è un acquisto consigliato visto che io, pur non essendo affatto amante dei giochi di guida, mi ci sono appassionato non poco. Nel complesso è ancora nettamente inferiore a Colin McRae Rally per PSX ma si difende decisamente bene: se solo avesse avuto una grafica ed un sonoro migliori...