Recensione The Sims Medieval: Nobili e Pirati

Nobili .. Pirati .. e .. The Sims!

di Simone Rampazzi
Il tempo passa ma certi brand restano. Stiamo ovviamente facendo riferimento all'ormai famosissimo titolo della Electronic Arts the Sims, capace di spopolare in termini di vendite e rimanere  al contempo il gioco numero uno di simulazione di vita.

Dopo una serie di più che fortunati titoli, tutti volti alle sfaccettature della vita quotidiana che affrontiamo ogni giorno, il team di sviluppo ha voluto proporci un'interessante alternativa per spezzare l'ormai solita routine. Il risultato prende il nome diThe Sims: Medieval, un videogame che altro non fa che simulare la vita medievale in quasi tutti i suoi aspetti, fornendo quindi un regno da gestire, una corte da ammaliare ed una serie di missioni che vi condurranno, con diversi eroi e la giusta saggezza, alla fioritura del vostro dominio.

Ultimamente, a distanza di sei mesi e quasi in concomitanza dell'uscita di Animali & Co, ecco arrivare sui nostri scaffali The Sims Medieval: Nobili e Pirati, prima (e speriamo non ultima) espansione che aggiunge quel pizzico di brio in più al gioco base. Caricando un salvataggio, oppure creandone uno nuovo, sarà disponibile fin da subito una nuova missione che ci catapulterà all'interno di una disputa tra fazioni (quelle suggerite dal titolo) che vi chiuderà vostro malgrado tra incudine e martello, “costringendovi” in un certo senso a schierarvi oppure a non prendere le parti di nessuna delle due. Per conto nostro vi suggeriamo di scegliere e schierarvi tra una delle due fila, visto che vi permetterà un'ulteriore personalizzazione (ovviamente nella strada scelta) del vostro sim regnante, che acquisirà alcuni dei caratteri principali della fazione, come nuovi stili di combattimento, saluti ed insulti ed un interessante pennuto da compagnia che sbloccherà parte delle nuove feature proposte dall'espansione.

Nuovi oggetti = Nuove Possibilità

The Sims è sempre stato in grado, con le sue espansioni a tema, di implementare lo stile di gioco e la personalizzazione del alter ego del giocatore, dando sempre nuove possibilità e nuove scelte da compiere. Anche in questo caso, il gioco vale la candela, ed alcuni oggetti riescono a non deluderci affatto. Gli oggetti a tema ci permettono di creare una sala del trono degna di un capitano pirata o di un aristocratico borioso, con i loro troni e gli altri vari oggetti di mobilio tipici dello stile scelto. L'aggiunta di un pennuto personalizzabile da compagna, pappagallo per i pirati o falco per i nobili, vi permetterà di sbloccare una serie di minigiochi e sequenze divertenti, come andare alla ricerca di tesori nascosti o infastidire i soggetti più antipatici. Altra interessante aggiunta è la sala delle torture, pezzo immancabile della collezione di ogni regnante malvagio degno di questo nome, che aggiunge la possibilità di interrogare i malcapitati sim fino a ricavare anche la più minima informazione utile al completamento di una quest (vi ricordiamo che è anche utilizzabile solo per puro divertimento).

La personalizzazione dell'eroe prevede inoltre una serie di nuovi vestiti, ovviamente a tema, come l'immancabile trucco sugli occhi alla Jack Sparrow.

In termini prettamente grafici il gioco non subisce alcun tipo di modifica sostanziale, ma anzi mantiene fedelmente tutti i pregi e difetti di quello che è il pacchetto base. Ovviamente grazie alle patch il team di sviluppo riesce a migliorare alcuni bug che infliggevano la prima release ma non notiamo, purtroppo in relazione con il prezzo (ben 30€), nessun miglioramento sostanziale, anche dal punto di vista tecnico.

Cos'altro aggiungere?! Il vostro regno vi aspetta!

7
In definitiva crediamo che il rapporto qualità / prezzo non sia proprio bilanciato, anche se possiamo quasi dire con certezza che questo genere di brand è sempre risultato molto longevo, grazie alla personalizzazione ed al nuovo sistema di achievement introdotto che permettono ad una buona fetta di fan (e non) di godere di questo gioco dall'inizio alla fine.