Recensione Sim City 4

di Manuel Orrù

Chi non conosce Sim City? Il popolare gioco creato da Will Wright ha visto la luce praticamente su tutti i sistemi esistenti, a partire dallo storico Commodore 64 fino ad arrivare ai PC, ottenendo sempre un incredibile successo e dando luogo ad una fioritura di seguiti, espansioni e cloni ambientati nei luoghi più improbabile (chi ricorda i formicai di Sim Ant?). La Maxis non ha rinunciato a continuare la sua serie di maggior successo e oggi ci propone il quarto episodio, come sempre riveduto, corretto, ampliato e arricchito di elementi innovativi. L'abbiamo analizzato per i lettori di Gamesurf...

Appena terminato il caricamento del gioco, vi verrà mostrata la prima innovazione presente in Sim City 4: infatti, invece di avere a disposizione un terreno sul quale costruire la vostra città, vi verrà proposta la mappa di un'intera "Sim-nazione", divisa in aree da una griglia. Le varie aree potranno contenere ognuna una città diversa, le quali potranno essere a loro volta collegate da strade, autostrade, ferrovie e soprattutto potranno intrattenere rapporti commerciali, utili a rimpinguare i bilanci. Una volta scelta l'area da colonizzare e il nome della vostra città vi verrà mostrato il terreno (spoglio) che potrete modificare in ogni minimo dettaglio per adattarlo ai vostri voleri; appena finite le modifiche al terreno potrete abbandonare la modalità dio ed entrare in modalità sindaco, la modalità classica dei precedenti capitoli della serie, che vi permetterà di gestire ogni aspetto della vostra città.

Il gameplay di Sim City 4 non ha subito particolari modifiche rispetto ai suoi predecessori, fatta eccezione per una radicale innovazione dell'interfaccia di gioco e per le ovvie aggiunte effettuate alla già lunga lista di aspetti controllabili durante il gioco.

Nei primi istanti di gioco risulterà molto importante una corretta gestione dei fondi che vi verranno messi a disposizione per la costruzione della città, in quanto essi tendono ad assottigliarsi molto rapidamente, una volta costruiti i primi edifici. Gli aspetti fondamentali da tenere d'occhio saranno quindi, come sempre, una corretta proporzione fra allocazione di zone residenziali, zone commerciali e zone industriali, avendo cura di posizionare queste ultime lontane dal centro della città, che altrimenti provvederebbero ad inquinare molto rapidamente.

Altrettanto fondamentale sarà fornire tutte le costruzioni di energia elettrica e acqua corrente, attraverso la costruzione di una centrale e di linee elettriche, di cisterne e di condutture idrauliche. Da non dimenticare, anche nella fase iniziale di gioco, risultano i servizi, almeno quelli fondamentali alla sicurezza dei vostri cittadini, come la caserma dei vigili del fuoco e la centrale di polizia.

Per la gestione di questi ultimi due edifici (cosi come per la gestione di molti altri servizi), Sim City 4 utilizza una relazione di proporzionalità fra finanziamenti ricevuti e area coperta: sarà possibile rendersi conto in tempo reale (attraverso la presenza di una circonferenza centrata sull'edificio in questione) di come una modifica in positivo o in negativo dei finanziamenti erogati, ampli o riduca l'area della città coperta dal relativo edificio.

Allo stesso modo sarà possibile gestire gli edifici che si renderanno necessari nella fase di espansione della vostra città: scuole e cliniche renderanno la vostra città più appetibile ai nuovi cittadini che vorranno trasferirsi.

Di importanza fondamentale durante l'espansione è tenere d'occhio il bilancio della vostra città: per attirare nuovi cittadini o nuove industrie sarà necessario mantenere bassa la tassazione sui relativi introiti; allo stesso tempo, per evitare la bancarotta, dovrete tagliare i finanziamenti ai servizi, che, d'altronde, sono (di default) molto sovrastimati per le dimensioni che la vostra città avrà in questa fase. Altrettanto utili, per racimolare fondi preziosi, possono risultare le ordinanze municipali che sarà possibile emanare (per, ad esempio, legalizzare il gioco d'azzardo o finanziare una campagna contro il crimine o contro il nucleare).

A tenervi informati sugli avvenimenti importanti e ad aiutarvi in alcune decisioni ci penseranno i vostri consiglieri, uno per ogni area di intervento: selezionandone uno vi verranno esposti gli ultimi avvenimenti che hanno interessato l'area di applicazione del consigliere ed alcuni suggerimenti per far fronte ai problemi che si verificheranno.

Nello stesso tempo sarà possibile aiutarsi consultando i molteplici grafici che riassumeranno l'andamento di ogni settore della vostra città; in una piccola zona dell'interfaccia è contenuto il grafico più importante, quello che riassume la richiesta presente in città per nuove aree residenziali, commerciali e industriali, che vi sarà di fondamentale aiuto per decidere in quale modo allocare le vostre risorse.

Come nei precedenti capitoli, oltre alla macrogestione, sarà presente anche una microgestione di ogni edificio, che parte dalla possibilità di ricevere informazioni su ogni singolo edificio presente in città. In questo modo potrete immediatamente preoccuparvi di risolvere persino i problemi dei più piccoli palazzi o dei più piccoli negozi.

Una volta stabilizzata la situazione finanziaria potrete investire i vostri preziosi fondi in nuovi servizi che daranno nuova linfa ai vostri edifici industriali o commerciali, come stazioni ferroviarie, porti o aeroporti o servizi ai cittadini come biblioteche, ospedali o parchi.

In Sim City 4, dovrete anche prepararvi a fronteggiare in prima persona le emergenze, dalle più comuni (gli incendi), ai più devastanti disastri. Per fare ciò avrete a disposizione un'apposita sezione dell'interfaccia che vi permetterà di mandare immediatamente i soccorsi sul luogo dell'emergenza.

La modalità più innovativa presente nell'ultimo prodotto della Maxis è però la possibilità di introdurre dei Sims in città. Essi saranno in grado di vivere una vita propria, cercandosi un lavoro e una casa e fornendovi, allo stesso tempo, un utile feedback sui problemi del loro quartiere.

A differenza dei precedenti episodi della saga, in Sim City 4 non sono presenti scenari già pronti, ma solamente i terreni su cui sorgono alcune fra le più famose città al mondo che potrete cercare di ricostruire da zero. Allo stesso tempo, è però possibile scaricare dal sito del gioco, le città che i sindaci di tutto il mondo avranno inviato alla Maxis.

Il punto più negativo dell'ultima creatura della Maxis è sicuramente rappresentato dalla pesantezza del gioco. L'elevato dettaglio presente in Sim City 4 si paga a caro prezzo e una volta che la vostra città sarà arrivata a raggiungere dimensioni ragguardevoli il gioco potrebbe rivelarsi quasi ingiocabile a causa della lentezza nello svolgere le più comuni operazioni di scrolling o di zooming della mappa. Sul PC su cui è stata effettuata la prova del gioco, una volta raggiunti i 15000 abitanti, con più della metà della mappa ancora libera da qualunque costruzione, il Sim City 4 aveva già raggiunto livelli di lentezza che rendevano la continuazione del gioco un'esperienza frustrante più che gratificante. Rimane quindi da valutare, possibilmente prima dell'acquisto, la possibilità di poter sfruttare adeguatamente il prodotto della Maxis sul proprio PC.

8
Finalmente esce un altro capitolo della serie di Sim City, e, se è possibile dire che da un lato non delude certo le attese, da un altro lato lascia l'amaro in bocca... Senza considerare il motore di gioco, infatti, Sim City 4 rappresenterebbe il gioco pressoché perfetto, che tutti i numerosi fans della saga Maxis aspettavano: la parte grafica è di altissimo livello con la possibilità di osservare la vostra città con un altissimo livello di dettaglio, fino ad inquadrare il più piccolo ed insignificante edificio; altrettanto buono è il sonoro che caratterizza gli eventi di gioco. La giocabilità e la longevità rappresentano, inoltre, il punto di forza di Sim City 4, grazie all'infinita serie di possibilità e di opzioni offerte, atte a gestire ogni minimo aspetto della città, a partire dalla pianificazione e dalla costruzione delle aree e dei quartieri, fino ad arrivare alla gestione economica e alla necessità di far quadrare in ogni momento il bilancio.<br />Il punto debole è rappresentato proprio dal motore di gioco che diventa sempre più lento col progredire dell'azione e con il popolamento della città, fino ad arrivare alla quasi ingiocabilità, a meno di non rinunciare quasi completamente a giocare con lo zoom della mappa.<br />Il giudizio globale rappresenta la media fra quello che Sim City 4 vale in presenza di un hardware non di ultimissima generazione e quello che potrebbe valere in futuro (considerando anche la possibilità di espansione del gioco ed il promesso supporto al multiplayer).