Recensione NBA LIVE 99

di Tiscali News
Un breve preambolo per chi fosse vissuto in una grotta (la cantina sotto casa mia può servire a questo scopo) fino a ieri: il basket è uno sport in cui due squadre, formate da 5 giocatori ciascuna, giocano con un pallone pesantissimo (con il rischio di farsi malissimo tra l'altro) che deve essere infilato in un cestino posto a più di due metri di altezza. Questo sport ha avuto un successo particolare negli USA dove confluiscono i migliori giocatori e le maggiori quantità di denaro: la lega statunitense si chiama NBA e a lei sono dedicate praticamente tutte le simulazioni di questo sport (comunque aspetto con ansia Italian A-1 Live 3009 siccome mi hanno assicurato l'uscita). Ormai da alcuni anni la Electronic Arts (la casa della serie Fifa Soccer per intenderci) propone ogni anno la sua versione aggiornata del suo simulatore di basket che si chiama NBA Live; quest'anno è il turno, naturalmente, di NBA Live 99 ed è, tra l'altro, la prima apparizione della serie per N64

Una volta inserita la cartuccia e spinto vigorosamente lo switch per accendere il N64, ho cominciato subito a masticare amaro perché sullo sfondo del menù era ben visibile una schermata bruttina, ma siccome non sono il tipo che si ferma alle apparenze, ho subito cominciato a giocare. Purtroppo le mie impressioni si sono rivelate corrette: la grafica, già da ferma, non è il massimo ma quando si muove è veramente uno schifo! Cioè, un gioco di basket che scatta quando faccio un passaggio?!?! Che roba è?!?!

A questo punto ho pensato che almeno il gameplay fosse buono e ho avuto ancora una cocente delusione; nonostante siano presenti 4 livelli di difficoltà, in ognuno di questi, andare a tirare è una passeggiata: al primo livello c'è un'autostrada per andare a schiacciare, nel secondo c'è una tangenziale, nel terzo c'è una provinciale e nel quarto c'è la strada di fronte a casa mia, che non è larga ma ci si passa agevolmente

Dopo aver praticamente distrutto le vostre aspettative su questo titolo, comincio ad analizzarlo più razionalmente. Le modalità di gioco sono 5: Arcade, Esibizione, Stagione, Play-Off e la gara di canestri da 3; la prima modalità sembra il vecchio NBA Jam (giocato però 5 contro 5), con schiacciate spettacolari, effetti sonori stralunati (molto divertenti tra l'altro) e nessuna regola in campo; la seconda consiste in una partita amichevole, la terza nel disputare una stagione completa, la quarta nel disputare solo i Play-Off e la quinta consiste in una, sorpresa sorpresa, gara a chi fa più canestri da 3

NBA Live 99  vorrebbe passare per una simulazione, escludendo ovviamente la modalità Arcade, ma non ci riesce affatto: come accennavo prima, andare al tiro non è mai difficile, basta stare attenti a non fare fallo di sfondamento, e l'unico problema si riscontra nell'ultimo livello di difficoltà, dove si tira sempre con facilità, ma il computer è molto più bravo nelle stoppate. Inoltre, mentre noi ci proponiamo in corse forsennate a canestro, il computer prende la palla, se la passa e elabora una strategia per andare a canestro, cioè fa tutto l'opposto! In parole povere, il realismo della squadra controllata dal computer si limita alla fase offensiva mentre quella difensiva lascia decisamente a desiderare. Il sonoro presente nei menù è di buona fattura e piacevole, mentre durante la partita le cose peggiorano: per prima cosa, mi pare che si sia esagerato con l' "effetto gomma su pavimento" (quei vari rumorini simili a squittii tipici del basket) ma niente di sconvolgente; poi sembra che il pubblico vada a farsi delle passeggiate durante l'incontro visto che non si sente più nulla e in più il telecronista commenta sempre con le stesse frasi negli stessi momenti

Tornando al gameplay, ho trovato dei tempi morti piuttosto frequenti: ad esempio, quando un giocatore va a battere una rimessa, rimane inspiegabilmente insensibile ai nostri comandi per un paio di secondi, non molti ma sufficienti a spezzettare la frenesia dell'incontro. Sono inoltre presenti difetti nell'animazione dei giocatori che corrono goffamente e festeggiano un canestro con un braccio snodabile (!); ed è anche piuttosto fastidioso il fatto di non riuscire a girarsi verso il giocatore che si sta cercando di marcare, eggià perché per girarsi a 180 gradi è necessario prenderla "larga" visto che non si riesce a girarsi di botto e ci si trova facilmente con le spalle rivolte al portatore di palla... Mi pare di avere ampiamente dimostrato che come simulazione non è proprio il massimo, però la modalità Arcade l'ho trovata niente male: intendiamoci, non è che esalti all'infinito, ma senza dubbio garantisce un po' di longevità al prodotto, soprattutto se viene giocata con amici. E' un peccato che non sia possibile disputare una lega in questa modalità

C'è però una sezione in cui NBA Live 99  fa la parte del leone: le statistiche. Ogni aspetto del gioco è rigorosamente oggetto di statistica in modo da poter sapere i rimbalzi offensivi e difensivi, la percentuale di realizzazione da 2 e da 3 e anche uno schema che mostra in quale parte del campo sono stati effettuati i tiri e se sono andati a segno oppure no. Un altro aspetto molto curato è la gestione delle varie tattiche, anche se, ma forse sono ingommato io, non sono riuscito a capire come si cambino nel corso della partita, comunque sono veramente tante e varie e, soprattutto, rispecchiano quelle reali

Le visuali disponibili durante il gioco sono 9 e sono praticamente tutte funzionali e utilizzabili per giocare; durante i replay queste visuali salgono addirittura a 22, ma, secondo me, non risultano essere funzionali come il buon vecchio caro replay di Kobe Bryant in NBA Courtside o di ISS98 in cui è il videogiocatore che ha il pieno controllo della telecamera e la può muovere ovunque. Una considerazione a parte fa fatta a proposito del Rumble Pack che è supportato divinamente visto che riproduce anche il più piccolo contatto in maniera molto realistica.

Mi sono accorto di non avere analizzato proprio tutti gli aspetti di questo NBA Live 99, ma dopo tutto sono tutti piuttosto marginali e non cambiano assolutamente la qualità del gioco (o comunque la tirano verso il basso...). Che altro c'è da dire? Se chiudiamo un occhio sulla grafica scattosa potremmo anche considerarlo un buon gioco arcade (sarà per questo che c'è la possibilità di giocare senza le regole ufficiali?), ma visto che l'obiettivo era una simulazione, è meglio lasciar perdere. Quando ho cominciato a scrivere la recensione, pensavo di dare 6 a questo povero gioco, ma soppesando meglio i pro e i contro, mi è sembrato giusto abbassarlo; le uniche modalità a cui giocherete sono Arcade e la gara dei 3 punti, ma da sole non riescono a conferire una longevità adeguata la prodotto. Se volete un gioco di basket per N64, puntate dritti verso Kobe Bryant in NBA Courtside, che dopo quasi un anno mi pare ancora un buonissimo titolo, oppure verso NBA Jam 99 che io non ho potuto vedere a sufficienza ma il carissimo Azzy l'ha ritenuto all'altezza e quindi deve essere così. A pensarci bene, se potete farlo comprare ad un vostro amico e poi farvelo prestare, fatelo pure: per qualche giorno ci si può anche divertire.