Recensione MADDEN 2000

di Tiscali News
Se siete appassionati di football americano, per gustare a fondo questo stupendo sport - almeno per chi scrive - su un PC la scelta è ridotta a una solo possibilità: la serie Madden prodotta dalla EA. Purtroppo, lo ripeto, la scelta è quasi obbligata, visto che l'altra grande serie per PC creata dalla Sierra "Front Page Sports: Football" nelle ultime incarnazione ha vissuto una crisi profonda (i programmatori non hanno digerito il passaggio da Dos ai vari Windows95/98...). Essendo un mercato molto appetibile in Nord America, le software house tendono a lanciarsi in questo settore: infatti, quest'anno anche la Microsoft ha lanciato NFL Fever 2000, un gioco dalla grafica scintillante ma con qualche problema a livello giocabilità. Per chi segue il football su PC, sa che la serie prodotta dalla Sierra era considerata da tutti (critica specializzata/tifosi-acquirenti) come la migliore espressione del football americano

Questo titolo era così buono da aggiudicarsi per diversi anni (quattro se ben ricordo) il premio della critica sportiva americana davanti a un altro mostro sacro dello sport americano, la serie NHL della EA. La serie Madden si è sempre distinta per la buona giocabilità e per l'estrema semplicità nel giocare: insomma, per immedesimarsi, basta(va) un joypad... La nuova trasposizione targata EA Sports non sfugge a questa ferrea legge e si va a fregiare, senza grossi problemi, del titolo di miglior simulazione di football NFL del nuovo millennio

Dopo aver visto e giocato a tutta la produzione EA Sports 2000, posso affermare - senza grosse esitazioni - che la serie Madden è la migliore tra le proposte per il nuovo millennio. Comunque, se avete già comprato o trovato un biglietto per il Superbowl di Atlanta, in ogni caso vi converrà dare un'occhiata a questa stupenda simulazione. Il più grosso difetto di Madden 99 era la mancanza di un gioco di corsa particolarmente credibile: ai neofiti ammagliati dalla stupenda grafica della passata stagione, quest'aspetto era sicuramente sfuggito... Il football non è solo una questione di lanci: per poter "lanciare" bisogna creare un gioco di corsa solido. Insomma, il difetto non era cosa da poco... Nonostante le provvidenziali patch proposte dalla EA (l'ultima la 2.09) e dai vari appassionati, la situazione non era migliorata di moltissimo. L'impossibilità di correre con successo limitava un po' troppo il gioco

Anche se Madden 2000 tende a favorire sempre i passaggi, il gioco di corse è stato sistemato in modo ottimale. L'impressione generale, rispetto agli altri prodotti targati 2000, è che la grafica sia peggiorata o semplicemente non sia all'altezza dei vari NHL, NBA e compagnia. Abbiamo parlato però di impressione: tralasciando l'aspetto grafico, la nostra sensazione è che il gioco abbia fatto un "balzo" clamoroso a livello di giocabilità. Giocandolo a fondo, questa nostra impressione si è trasformata in realtà: Madden 2000 è semplicemente giocabilissimo

LA LINEA RIESCE A TENERE..

Il miglioramento più vistoso è avvenuto nel bilanciamento del gioco offensivo: ora, si potrà selezionare il livello di attenzione della secondaria, la tendenza a passare e a correre di ogni squadra. Se ritenete che Eddie Gorge corra troppo, potrete ridurre i giochi di corsa dei Titans: i programmatori hanno permesso a noi giocatori di configurare a nostro piacimento ogni singolo aspetto del gioco. Alle volte però, il computer si fa trovare impreparato in alcune situazioni: nel caso di un terzo tentativo e una yard da percorrere, se lanciate invece della "solita" corsa in sicurezza, bucherete con irrisoria facilità la secondaria. Un altro miglioramento consistente riguarda la modalità "franchigia" che passa da dieci a trentadue stagioni disputabili con una squadra. Insomma, ora potrete cambiare squadra ed essere anche licenziati!

Oltre a questa brillante modalità implementata, i designer del gioco ne hanno aggiunto altre due nuove: la "Situation" e il "Madden Challenge". Nel primo caso potrete giocare le squadre del passato in alcune situazioni particolari, oppure potrete rigiocare alcune partite storiche. Nel gioco sono state insistite circa 150 squadre, tutte perfettamente studiate con un apposito rating. Il Madden Challenge è invece una sfida per super appassionati, in cui dovrete rispondere ad alcune domande per ottenere codici speciali (per ottenere squadre fenomenali e stadi) e compiere determinate giocate (vedi segnare un field goal dalle cinquanta...)

Anche il "play editor" è stato migliorato, dando la possibilità ai novelli "Holgrem" di creare schemi e giochi particolari

Se delle squadre ne avete abbastanza, potrete entrare - come già detto precedentemente - in ufficio per una trentina di anni: è un peccato che il fantasy draft sia disponibile solo in questa modalità. Madden 2000, a parte queste novità, presenta le solite opzioni contemplate nella passata stagione (allenamento, esibizione, stagione personalizzata e torneo)

MAMMIA MIA, HO VISTO BRETT FAVRE!!!

II giocatori sono rappresentati ottimamente sui nostri monitor: Brett Favre è alto e muscoloso, mentre Warren Sapp è una montagna insormontabile... Diciamo che le misure sono precise, così come i tratti somatici e il peso: sarà difficile che confondiate Randy Moss con Mark Brunell... Altra gradita novità sono le numerose animazioni aggiunte e una maggiore velocità e fluidità nei movimenti. I giocatori festeggiano sul campo, mentre è divertente vedere quello che succede sulle "side line", con gli allenatori pronti a urlare e a protestare e la folla incitare i suoi campioni. Quando i difensive back colpiscono duramente un avversario, aspettatevi caschi e scarpe in volo... Il movimento dei giocatori è stato affinato ulteriormente, così come il controllo su di loro: infatti, i placcaggi sono molto più realistici. L'intelligenza artificiale è migliorata ed è molto più credibile che in passato: onestamente, Madden 2000 rimane, in tutto e per tutto, una simulazione molto arcade. Quindi, per favore, scordatevi la serie Football Pro della Sierra...

Anche quest'anno, nonostante la grafica eccezionale di NFL Fever 2000, l'assenza cronica della Sierra, il gioco da scegliere rimane Madden 2000. Con interfaccia user-friendly, un miglior bilanciamento offensivo e nuove modalità di gioco, il titolo della EA rimane il migliore disponibile sul mercato. Certo, l'IA è ancora migliorabile e il taglio del gioco rimane ancora troppo arcade, ma se amate questo sport dovete assolutamente acquistarlo e andare al SuperBowl o al Pro-Bowl: in poche parole, dovrete dare fondo ai vostri risparmi...