Recensione La 24 Ore di Le Mans

di Tiscali News
Non potete immaginare quanto abbia desiderato, nel tempo, giocare e sollazzarmi a una simulazione della celebre corsa di Le Mans, con la notte che cala sulla pista e noi a correre sul tracciato con bagliori di luci in ogni dove. Sicuramente un giorno lo potremo fare, ma non oggi e non con questo titolo. Quello che lascia l'amaro in bocca è che siamo stati a un passo, un passo solo dal dire "Sì, lo consigliamo caldamente". Le opzioni ci sono tutte, le musiche e gli effetti sonori sono buoni, i caricamenti sono leggeri, il motore di gioco è fluido, la grafica fa il suo lavoro dignitosamente... purtroppo,però, ci si trova di fronte al tipico esempio di un titolo sviluppato bene che all'ultimo momento ha perso slancio e fervore, senza che nessuno si accorgesse (o si sia voluto accorgere) che scivolava verso l'oblio, ritrovandosi all'improvviso all'inferno dei giochi "carini"

24 MACCHINE IN PISTA

La sensazione di mordere l'asfalto c'è tutta, specialmente quando vedrete "24 dico 24 macchine" tutte in pista, senza rallentamenti di sorta, tutte in fila pronte a prendersi a sportellate per arrivare prima. In special modo grazie alla visuale interna si ottiene una convincente esperienza della velocità, sul lunghissimo rettilineo di Le Mans (quando il mezzo comincia ad andare veramente forte) si avvertiranno delle vibrazioni e degli sballottamenti effettivamente realistici, che riescono a far sentire dentro l'abitacolo, al lato della pista scorrono velocemente paesaggi sufficientemente dettagliati immersi in un'illuminazione dinamica e con effetti lens flare degni di rispetto. Le precipitazioni e la nebbia sono ben riportati tra schizzi e gocce d'acqua, una vera gioia per gli occhi. Le macchine lasciano scie e turbini e la pioggia crea su schermo aloni e segni, un bel vedere non c'è che dire..

PASSAMI LA COFANA

Oltre il tracciato che da il nome al gioco ne sono presenti altri (non troppi per la verità) abbastanza interessanti. Oltre a poterli affrontare singolarmente c'è la possibilità di partecipare a tornei che si svolgono in diverse località, e, se sarete abili, vi saranno donati nuovi bolidi sempre più veloci e performanti. Proprio questi bolidi, per quanto lucidi et numerosi, sono scarsamente riportati nella loro veste poligonale... Traduzione: sono grezzi e squadratelli, anche se non privi di tocchi di classe come il disco dei freni incandescente e la fiammata da scalata disperata

Un discorso a parte riguarda i cofani che si vedono nella visuale interna del gioco (ne troviamo 4 di possibili telecamere) davvero mal realizzati! Si, sono lucidi (con un falso riflesso ricorrente), ma con texture sfocatissime, sgranate e tristemente spigolose..

AUTOSCONTRO

Il problema principale del gioco, purtroppo, risiede nella dinamica delle macchine: sia nel modello di guida, sia in quello dei "contatti" c'è qualcosa che non funziona. Dopo un po' di partite ci si accorge che sarà fin troppo facile arrivare lunghi sulle curve e appoggiarsi quindi sugli altri concorrenti, sbattendo loro fuori pista e continuando (voi) indisturbati. Anche quando ci si ritrova coinvolti in scontri laterali le macchine non si comportano in modo reale, tendendo a rimbalzare in modo plasticoso. Anche settando la difficoltà a Expert non si hanno cambiamenti significativi e il fatto che le macchine non subiscano il minimo danno anche in incidenti sul filo dei 300 all'ora rappresenta un altro difetto in più per questo titolo

L'intelligenza artificiale dei vostri avversari appare discutibile: tendono infatti a seguire sempre la stessa traiettoria, noncuranti del vostro essere tangibili: la seguiranno lo stesso appiccicandosi sulla parte posteriore della vostra macchina cercando di mandarvi fuori strada. Ogni tanto si intravede un incidente che coinvolge le macchine avversarie, che come se niente fosse si fiondano in pista alla disperata infischiandosene altamente di chi transita in quell'istante..

Paradossalmente la gara simulata peggio è proprio quella di Lemans (per la cronaca: si può settare il tempo di gara addirittura a 24 ore!) con i box che sono meno affollati del deserto dei tartari (al pit stop si possono udire svariati rumori ma non c'è effettivamente nessuno!). Altro aspetto divertente riguarda la guida notturna, con replay che mostrano i fari notturni proprio mentre danno il loro meglio sfavillando e abbagliando... Peccato che nel gioco non siano presenti!Bella mossa dalla casa che ha implementato per prima gli algoritmi di luce nel primo V-Rally per Psx!

Si può settare, tramite opzioni apposite, un similrealismo per quanto riguarda il consumo del carburante e delle gomme, ma scordatevi guasti saltuari o ingolfamenti motore. Un'altra chicca sorprendente a cui assistere quando si termina il carburante è il progressivo rallentamento della vettura (personalmente abbiamo compiuto un intero giro). Ciliegina sulla torta: niente cambio di equipaggio, cioè il fulcro di tutta la gara se ne va a farsi benedire e tanti saluti a tutti

Il gioco in fondo potrebbe anche piacere, complice una grafica coinvolgente e, in alcuni frangenti, grandiosa, ma se andate cercando un simulazione realistica probabilmente dovrete rivolgervi altrove. Certo, la guida tutta cordolo riesce a dare le sue belle soddisfazioni, addirittura l'effetto scia viene riprodotto particolarmente bene, risultando decisamente interessante in molti frangenti. Purtroppo appare tutto inutile se non si implementa un modello di guida realistico e in grado di spingere il giocatore a provare e riprovare ad affrontare le diverse gare, a limare i secondi e portare la vettura al limite.

Un pel pezzo di tecnica affossato da un modello di guida approssimativo e prettamente arcade: la grafica è buona e il motore di gioco non perde un colpo neanche con 24 macchine in pista, la sensazione generale è anch'essa buona ma manca di stile. D'altronde, come si dice, la classe non è acqua ecc ecc.<br />Che dire? Se vi piace la guida arcade questo titolo potrebbe attrarvi non poco, ma se siete rimasti affascinati da Ferrari F355 Challenge potreste veramente arrabbiarvi per una licenza e un motore grafico simile assolutamente sottosfruttati. Uomo avvertito...