Recensione Grim Fandango

di Tiscali News
Freegames: Signor Calavera... ci parli di lei..

Manny: Mi presento... sono Manny Calavera. Probabilmente il mio nome non vi dirà molto, ma sappiate che sono spesso nei vostri pensieri. Il mio lavoro mi porta ad occuparmi quotidianamente di gente come voi. Ma il lavoro, ultimamente, non va molto bene. Vedete, io sono un impiegato... e lavoro in un ufficio molto particolare, molto distante da voi... anche se non così tanto come pensate. Il mio compito consiste nell'aiutarvi nel momento più tragico, o più gioioso forse, di tutta la vostra esistenza: la MORTE!

NG: Il suo lavoro?

Manny: Ebbene si... lavoro al reparto acquisizioni dell'aldilà. Purtroppo devo subito deludervi: tutta la mitologia sulla morte è solo apparenza: io devo indossare per contratto il mantellone e la falce... beh, ormai le fanno pieghevoli in serie in qualche fabbrichetta orientale. Quello che non sapete, però, è quello che vi aspetta una volta dipartiti. Ebbene preparatevi, signori, perché la morte non è affatto indolore. Per giungere alla "Terra dell'Eterno Riposo", o Nono aldilà, dovrete necessariamente affrontare un viaggio lungo quattro lunghi anni. Durante questo cammino dovrete espiare le vostre colpe e fare ammenda delle discutibili azioni della vostra vita terrena. Terribile, penserete... ma non preoccupatevi.. in fondo c'è qui il vecchio Manny! Il periglioso viaggio di quattro anni non è la vostra unica opzione. Se sarete stati in vita degni e senza peccato potrete ambire ad molti altri "pacchetti viaggio": se siete stati abbastanza buoni, magari potrete permettervi un viaggio in nave... se siete stati dei veri santi (ed i vostri parenti vi hanno seppellito con abbastanza denaro...) allora potrete permettervi nientemeno che il Numero Nove, il nostro supertreno iperveloce che vi porterà direttamente al Nono Aldilà in quattro minuti netti, Burlando permettendo

NG: avete problemi con le ferrovie anche dalle vostre parti?

Manny: In genere no... ma il fatto è che ultimamente le cose non vanno come dovrebbero. Per me in particolare

NG-Castagna: Ci parli dei suoi problemi... (e gli accessi lievitano... un bell'esempio di WEB-Spazzatura...)

Manny: Il fatto è che ultimamente gli affari per me non vanno molto bene. Vedete, io devo lavorare qui per espiare i miei peccati, qualunque essi siano. Solo raggiungendo una quota imprecisata di commissioni in questo ufficio potrò finalmente affrontare il viaggio io stesso. Ma quali siano stati i miei peccati e l'ammontare di tale quota vendite non me l'hanno mai detto. Comunque tutto andava per il meglio fino a quando Domino Hurley non giunse nei nostri uffici in qualità di Mietitore. Maledizione! Da quando c'è lui non riesco più ad acquisire un'anima decente! Lui trova suore, preti, anime senza macchia.. ed io rimango con le briciole: anime perse che non possono ambire a nulla più del viaggio a piedi attraverso la terra dei morti. Io non guadagno nulla su questi viaggi e così non posso andare avanti!!!

NG: Non è che Domino Hurley è semplicemente più bravo di lei?

Manny: Ma non diciamolo nemmeno per scherzo! Qui c'è qualcosa sotto... ve lo assicuro. Domino ed il mio capo, Don Copale, stanno tramando qualcosa alle mie spalle, ne sono certo. Ma se questo è lo stile di questo ufficio, beh, mi adeguerò senz'altro. Magari cercando di soffiare a mia volta qualche anima all'odioso Domino. Voglio proprio vedere se avranno il coraggio di dirmi qualcosa..

NG: L'avranno, l'avranno..

LA PAROLA AL TENNICO!

Grim Fandango si presenta molto diversamente dalle canoniche avventure Lucas: la storica grafica Bitmap lascia spazio ad un nuovo e moderno look tridimensionale. I fondali pre-renderizzati sono molto belli e d'atmosfera. I personaggi sono invece calcolati in tempo reale. Per controllare i movimenti e le azioni di Manny nel Mondo dei Morti, alla Lucas hanno pensato bene di pensionare il buon vecchio SCUMM (che sopravviveva comunque solo di nome...) e di affidarsi ad un più adatto, vista l'ambientazione, controllo alla Resident Evil/Alone in the Dark. In pratica ci troveremo, mediante tastiera o Joypad, a controllare i passi di Manny nel mondo circostante. Con l'ausilio di pochi comandi, Manny sarà in grado di interagire con personaggi e cose in maniera abbastanza immediata: infatti il metodo di controllo risulta vincente per chi già conosce i titoli a cui si ispira, ma per avventurieri legati all'interfaccia "punta & clicca" sarà necessario qualche minuto di ambientamento. La nuova interfaccia ha imposto ai designer di San Rafael una totale rivoluzione del sistema degli Hot-Spots. Laddove eravamo abituati a girare col mouse per lo schermo, cercando i punti dove poter in qualche modo interagire, troveremo una trovata molto originale: il giocatore controlla sempre Manny che, però, non è passivo all'ambiente che lo circonda

La nuova interfaccia ha imposto ai designer di San Rafael una totale rivoluzione del sistema degli Hot-Spots. Laddove eravamo abituati a girare col mouse per lo schermo, cercando i punti dove poter in qualche modo interagire, troveremo una trovata molto originale: il giocatore controlla sempre Manny che, però, non è passivo all'ambiente che lo circonda

Infatti, passando di fianco ad un oggetto che può interessarlo, si volterà a guardarlo, indicandoci una possibile interazione. Molto originale. Una volta che Manny avrà posto l'attenzione su qualcosa potremo osservarla o interagire con essa

I personaggi sono moltissimi, più di cinquanta, e mai come questa volta l'avventura sarà incentrata sui dialoghi piuttosto che su improbabili combinazioni di oggetti. La caratterizzazione dei personaggi, poi, è fantastica: il doppiaggio, realizzato da The Studios si è avvalso di professionisti del settore ed i risultati si sentono

Ma a caratterizzare il gioco in maniera netta sono le ambientazioni: Grim Fandango si rifà a temi che ricalcano le trame dei vecchi film "noir" e delle pellicole del grande Bogart. Scenette e gags tratte da vecchi film di questo filone si sprecano letteralmente e coinvolgono pure l'eccellente colonna sonora. Essendo in puro stile messicano (centroamericane sono infatti le leggende sul "Viaggio Quadriennale dell'Anima che ogni defunto deve affrontare per giungere all'eterno riposo), i temi messicaneggianti la fanno da padrone lasciando poi spazio a brani direttamente ispirati a film ed ambientazioni gustosamente "retrò", con le naturalissime transizioni permesse dall'onnipresente iMUSE. Spesso e volentieri ci ritroveremo con sensazioni di deja-vu davanti ad un dialogo o a una particolare locazione

La trama dell'avventura, originale e ricca, tiene il giocatore legato a doppio filo alla storia che, pur essendo in qualche modo seriosa, specie rispetto alla storica, demenziale tradizione Lucas, non manca di proporre spunti comico-demenziali che strapperanno grasse risate tra un enigma e l'altro. Come già accennato, l'avventura si basa molto più sui personaggi che non sugli oggetti. Infatti l'inventario è volutamente semplice da gestire: Manny non si troverà mai a portare miriadi di oggetti. E non ci si troverà nella situazione di dover tentare la combinazione di questi per riuscire a progredire nella storia.

8
Grim Fandango è un titolo consigliatissimo: nell'appiattimento generale del panorama delle avventure grafiche, Grim Fandango rappresenta la prova che si possa, con uno sforzo di originalità, proporre nuove avventure avvincenti e divertenti. Il metodo di controllo sarà, ad un primo approccio, innaturale per gli avventurieri &quot;classici&quot; ma vi assicuro che in pochi minuti lo avrete fatto vostro. <br />L'impostazione del gioco, poi, più incentrata sui dialoghi che sugli oggetti, rende il nuovo titolo Lucas meno frustrante: L'inventario è semplificato e Manny non porterà mai con sé molte cose. Niente assurde combinazioni, quindi. <br />Questo titolo, per la realizzazione, l'atmosfera, la trama è un gioco assolutamente imperdibile per chiunque ami il genere delle avventure. Nondimeno, tutti gli altri potranno allo stesso modo trarre grande godimento da una delle trame più originali della storia dei videogiochi.