Recensione F-22 Lightning 3

di Tiscali News
Il terzo episodio della serie F-22, come spesso capita per i prodotti più recenti, riesce perfettamente nel centrare quello che oramai è il chiaro obiettivo della softwarehouse inglese: il perfetto punto d'incontro tra simulazione realistica e volo arcade

Purtroppo, quando si va a rappresentare un aereo assolutamente avveniristico, come il "Raptor",

sarà sempre difficile per l'utente capire se l'estrema intuitività, nella gestione dell'aereomobile, sia dovuta alla specifica volontà del programmatore o alla incredibile automazione alla quale sono affidati i sistemi di volo dell'aereo reale

Produttori famosi per l'attenzione al dettaglio, come la DID, nonostante l'encomiabile tentativo di attenersi fedelmente alla realtà, hanno comunque messo sul mercato un F-22 che, a nostro avviso, potrebbe essere pilotato anche da un bambino. Non me ne vogliano i programmatori della DID per questa affermazione, che non vuole denigrare una delle più grandi Case di simulatori di volo, ma piuttosto vuole mettere l'accento sulle incredibili tecnologie, oggi alla base dei multi-ruolo dell'ultima generazione

La Novalogic, con questo simulatore, va ad ampliare gli "strumenti bellici" che gli utenti possono scegliere all'interno del sito di "guerra totale", dalla stessa Casa creato e messo su Internet

Stiamo parlando del pluridecantato Novaworld. Questo sito per il gioco in rete, è oramai ben conosciuto anche dalle persone che non si interessano specificamente di simulatori. Dentro Novaworld è possibile giocare anche con Delta Force e (udite-udite...), presto a detta della simpatica Marketing Maneger Georgina Worsley-Winteringham, sarà possibile combattere nello stesso teatro di guerra, con tutti i più recenti prodotti Novalogic come l'imminente Armored Fist III, Delta Force 2 e Comanche 4. Quindi, se fino ad ora ci si poteva scontrare nei cieli solo fra F-16 e Mig-29, a breve sembra che lo scontro on-line potrà riservarci delle gradite sorprese grazie sempre alla Novalogic

Tornando più specificamente sul simulatore dell'F-22, dopo la classica sequenza filmata di introduzione, ci ritroveremo davanti alla schermata principale dalle quale potremo scegliere se lanciarci subito nel "core" della battaglia selezionando Quick mission, iniziare una campagna di guerra o entrare dentro Novaworld per inserirci in qualche missione che altre persone stanno effettuando magari dall' altra parte del globo

Sicuramente l'interesse principale di tutti sarà maggiormente rivolto all'aspetto multiplayer, ed è per questo motivo che preferirei partire da qui. Anche se (per ora...) collegandosi dall' Italia non c'è da aspettarsi meraviglie, il sito a detta di tutti sembra molto stabile e comunque capace di ospitare 123 utenti su di uno stesso campo di battaglia. Interessante novità è il sistema di comunicazione vocale sviluppato internamente dalla casa chiamato VON (Voice Over Net). In America sembra che abbia riscosso un notevole successo essendo capace di riportare delle trasmissioni abbastanza chiare anche in presenza di molti giocatori

Personalmente conosco bene altri sistemi di comunicazione vocale come Roger Wilco o Battlefield Comunicator e posso garantire che oramai stanno raggiungendo standard ragguardevoli, consentendo la comunicazione nei giochi on-line anche qui in Italia. Ad ogni modo a sentire alcune persone che hanno provato VON in America, anche li spesso sembra dare qualche problema nella chiarezza delle voci, non sempre all'altezza della situazione; inoltre l'impossibilità di agganciare con il Radar un nostro compagno di missione, comunque, di verificarne costantemente la posizione da origine a missioni dove ogni tanto qualcuno si stacca dalla formazione lanciandosi a mo' di Rambo su qualche avversario, senza la possibilità di coordinarsi con il resto della formazione

La grafica, invece, merita un discorso a parte. Come tradizione in casa Novalogic, le texture sono strabilianti senza bisogno di "spingere" con chip-set tipo Voodoo 3. Le esplosioni come la riproduzione degli aeroplani sono sicuramente tra le più belle attualmente presenti sul mercato. Gli effetti atmosferici sono di notevole realismo, considerando che attualmente, sono pochissimi i simulatori militari che offrono questa opzione

Iniziando a far pratica con il tutorial diventa assolutamente inutile studiare il manuale, visto che la voce dell'istruttore ci seguirà in ogni manovra, spiegandoci passo-passo tutte le procedure che in un secondo momento ci torneranno utili durante il combattimento "vero"

Il modello di volo sembra riprodotto in maniera sufficientemente realistica con tutte le superfici aereodinamiche che si muovono veramente a seconda del tipo di spostamento che effettuiamo con il Joystick. Il mondo circostante è sempre pieno di attività già scegliendo uno dei primi tutorial. Il decollo con navigazione e atterraggio su una serie di aeroporti, ci posiziona già allineati in pista dove potremo osservare un grosso aereo da trasporto tipo Galaxy in holding a margine della stessa, pronto ad allinearsi una volta che siamo decollati

Le Campagne sono decisamente molto brevi da giocare anche se effettivamente offrono una notevole quantità di teatri di battaglia ognuno abbastanza diverso dall'altra. Purtroppo, la eventuale evoluzione o involuzione della campagna non ha alcun effetto sulla nostra abilità e capacità offensiva. Tutto ciò appare ncora più strano se si pensa che fin dall'inizio abbiamo la possibilità di costruire un nostro pilota alter-ego, con tanto di personalità ben definita

Anche se gli scenari sono piuttosto vari le campagne, a mio parere, risultano un po' monotone concludendosi quasi sempre con la nuclearizzazzione di qualche zona. Oltrettutto non ci viene data la possibilità di "customizzare" la nostra missione, quantomeno in maniera rilevante, avendo la sola possibilità di spostare i waypoints sul piano orizzontale

Se si sceglie di volare seguendo le singole missioni, forse il tutto potrà risultare più veloce, magari anche troppo, visto che basterà volare per cinque miglia per trovarci sempre nel bel mezzo del guerra

A dispetto della già decantata capacità stealth del vero F22, qui i piloti avversari non sembrano avere grossi problemi ad acquisirci con i loro sistemi di puntamento. Oltretutto il display TWR (sistema di avviso delle "minacce") ci mostra un missile "incoming", solo tre-quattro secondi prima che ci arrivi addosso

Il Dogfighting risulta sempre divertente anche se l'intelligenza artificiale degli avversari non sembra sempre all'altezza della situazione. In questa tipologia di combattimenti ho trovato molto utile in questo simulatore la possibilità di creare le così dette Shootlists. Con questa soluzione il radar dell'aereo stabilisce automaticamente un ordine di priorità nell'attacco agli aerei nemici. In alternativa a questa soluzione, consiglierei la modalità di puntamento boresight, che fondamentalmente ci consente di puntare manualmente il cono di acquisizione bersagli del radar. Le ultime parole? Lasciamole al commento...

Per tirare le somme F-22 Lightning III è un buon gioco di guerra aerea, non potendolo chiamare propriamente simulatore di volo. Questa non è una mancanza, anche perché il divertimento e soprattutto la meraviglia degli effetti grafici sono comunque garantiti. L'elemento di sicuro fascino (anche se qui in Italia è ancora futuribile), come ho già accennato, è il multiplayer. A nostro avviso questa opzione è decisamente il cavallo di battaglia della Novalogic, che in questo campo come in quello della grafica (non scordiamoci il vero fulmine a ciel sereno che fu il primo Comanche) presto detterà legge.