Recensione DriveClub Bikes

Evolution Studios si diletta con le due ruote

di Valerio De Vittorio
La storia di DriveClub è di quelle travagliate ma che hanno un lieto fine. Dopo diversi rinvii ed un lancio a dir poco rovinoso, Evolution Studios e Sony si sono rimboccati le maniche ed un poco alla volta, sistemando i server e offrendo dei regali agli utenti, sono riusciti a mettere in piedi una community appassionata che oggi, ad un anno dal lancio, popola ancora le partite online, dedicando ore a questo divertente arcade. Un DLC più o meno corposo dopo l'altro, l'esperienza si è espansa ed arricchita, ma l'offerta si è recentemente duplicata grazie al lancio a sorpresa di DriveClub Bike, un pacchetto giocabile anche senza il titolo originale che introduce, come si può intuire dal nome, le moto.

Un'ottima offerta

Se possedete già DriveClub, potete acquistare il pacchetto per 14, 99 euro, altrimenti potete decidere di comprarlo stand alone, per 19, 99 euro, offerte decisamente allettanti vista la buona quantità di contenuti. Una volta installato, DriveClub Bike appare come un opzione selezionabile all'avvio del titolo principale, che a questo punto divide l'esperienza ludica tra auto e moto. L'espansione offre una campagna singolo giocatore, sfide casuali o personalizzabili ed un'intera sezione multiplayer. Non siamo davanti a contenuti da gioco intero, ma per meno di venti euro da un punto di vista di offerta ludica non c'è davvero di che lamentarsi. Sei tour completi con sette eventi ciascuno, infatti, vi terranno occupati per diverse ore, senza contare tutta la componente online. Il titolo offre un buon parco moto, ben diversificate nello stile di guida che rende l'approccio ad ogni due ruote più o meno fresco.

Gli sviluppatori hanno inserito 12 mezzi, di diversi costruttori, da Yamaha a Kawasaki e compagnia, tutte Superbike. Il modello di guida arcade offre anche in questo frangente un buon grado di sfida, mentre le gare seguono grosso modo lo stile di quelle già giocate in DriveClub. Le competizioni di derapate sono state sostituite da divertenti competizioni a base di acrobazie, fatte di stoppie, impennate e accelerate al limite. Una simpatica aggiunta, che riesce a sfruttare per bene le caratteristiche uniche delle moto. L'ottima ed agguerrita intelligenza artificiale rende il livello di sfida ancora una volta impegnativo, fortunatamente in modo graduale, così che una competizione dopo l'altra il titolo sa mettere a dura prova le vostre abilità. Complice è anche la sensazione di velocità, davvero fulminante.

Piste bagnate

Purtroppo non si è riuscito a compiere il medesimo buon lavoro di adattamento per quanto riguarda il comparto collisioni, un po' approssimativo e poco soddisfacente. Nulla di grave, però sicuramente sotto questo frangente si sarebbe potuto fare decisamente di più. Tutto il resto fa il suo dovere, come la visuale interna, sicuramente non facilissima da usare, ma grazie ad un paio di varianti, sarà sicuramente l'impostazione ideale per i più temerari. Chiudiamo con un cenno al comparto estetico, che brilla ancora oggi come tra i più convincenti. Nonostante i 30 FPS rimangano un limite che vorremmo vedere superato, la grafica fa davvero impressione, e le condizioni meteo dinamiche sono semplicemente eccezionali. Le moto sono modellate con grande cura e non sfigurano a fianco delle quattro ruote del titolo principale.

8
Se amate DriveClub, Bike è un acquisto caldamente consigliato. Troverete diversi contenuti che arricchiranno la vostra esperienza ed il lavoro di Evolution Studios è stato preciso e senza particolari sbavatura. Vista la possibilità di giocarlo anche come titolo a se stante, potrebbe rappresentare un buon modo per farsi un'idea del gameplay e dell'offerta ludica di questo eccellente arcade, per poi magari convincersi e comprare il titolo per intero. Noi consigliamo di dargli una possibilità, difficilmente rimarrete delusi.