Recensione Balance of Power

di Tiscali News
Balance of Power è il primo data-disk per X-Wing Vs TIE Fighter, e vi preannuncio sin da ora, che riesce a colmare molti dei difetti dell'originale..

In BoP potrete decidere se affrontare la campagna dalla parte della feccia Ribbelle o dell'Impero: se deciderete di calarvi all'interno della squadriglia Rouge (capitanata da Wedge Antilles), il vostro scopo sarà quello di fuggire subendo il minor numero di danni possibili cercando di stringere un'alleanza con i misteriosi Mercanti di Airam; se invece deciderete di servire l'Imperatore, la vostra missione sarà quella di spazzare via dal settore la flotta Ribelle. In entrambi i casi riuscire ad allearsi con i Mercanti di Airam è essenziale

Come avrete capito, in BoP c'è una trama (cosa che invece mancava in XvT) e le missioni in single player procedono con il dipananrsi degli eventi. La storia è molto intrigante e la possibilità di affrontarla da entrambe le parti rende il tutto molto appetibile, considerando poi che le strategie da usare con una o l'altra flotta cambiano molto

Le missioni sono molto varie, dovrete difendere dei cargo o delle navi particolari, oppure ispezionare dei container ma dovrete anche affrontare missioni di interdizione o intercettazione e naturalemnte non mancheranno quelle nelle quali sarà essenziale distruggere un particolare obbiettivo (beh il gusto maggiore stranamente lo danno proprio queste ultime...)

Oltre alla Campagna (che si può anche giocare in multiplayer) sono state aggiunte nuove missione per le varie modalità, sia single che multiplayer

Se userete i Ribelli potrete finalmente pilotare il B-Wing, una vera e propria bomboniera di dolore che riesce a contenere seidici-missili-sedici; capace da sola, di tirare giù (il concetto di giù nello spazio è decisamente vago...) uno Star Destroyer

Gli Imperiali dal canto loro stanno tranquilli, in quanto si portano appresso un Super Star Destroyer (avete presente l'Executor di Darth Vader ?) che la metà basta, peccato non si possa pilotare

Il gioco supporta ora le varie schede accelerate (XvT aveva bisogno di una patch che fu rilasciata in seguito) e la grafica appare molto pulita e veloce anche nelle situazioni di gioco più affollate; se comunque doveste avere problemi è possibile configurare ogni cosa

Essendo un data-disk, BoP risulta spesso molto difficile così come lo era l'originale ma anche qui la Lucas vi viene in aiuto permettendovi di scegliere sia la difficoltà del nemico, sia il numero di armi e navi a disposizione; queste opzioni però influiscono sul punteggio finale e sopratutto se in futuro vorrete cimentarvi in multiplayer, vi consiglio di non scegliere la via più facile, altriementi rischierete di tornare a casa pisti prima ancora di aver capito cos' era quella cosa che vi ha polverizzato in un nano secondo..

Il gioco ed il manuale sono completamenti tradotti in italiano. Per sapere se effetivamente BoP merità di entrare nelle vostre case, vi rimando al commento.

Balance of Power aggiunge a XvT ciò che veramente gli mancava: una campagna nella quale tuffarsi, una storia che coinvolgesse il giocatore invece di lasciarlo con delle missioni in single player che lì iniziavano e lì terminavano. <br />Il B-Wing è una goduria da usare e soprattutto trovarsi contro (o dalla parte di...) un Super Star Destroyer regala emozioni non da poco; naturalmente affinchè ciò sia vero dovrete avere almeno apprezzato uno dei vari simulatori spaziali della Lucas, se non ne avete mai provato neanche uno, vi consiglio di iniziare con X-wing Vs Tie Fighter condito da quest' ottimo data-disk, oltretutto comprandoli entrambi ora li paghereste come un gioco solo visto che XvT è uscito da poco in versione budget...<br />In definitiva BoP va a riempire le lacune di XvT rendendoli insieme il migliore gioco del loro genere di sempre: una bella campagna per chi vuole giocare da solo ed un multiplayer fenomenale per chi si diverte a fiocinare a colpi di siluri fotonici i propri amici, ma cosa volete dalla Lucas il sangueeee? (chi ha visto la televendita di Sabani dei motorini Garelli sa cosa intendo.) <br />I più pignoli di voi potrebbero obiettare che tutto ciò doveva essere GIA' incluso nel primo gioco... beh... effetivamente...