Rainbow Six: Siege dichiara guerra agli insulti

A rischio il ban definitivo dai server di gioco

di Tiscali News

A quanto pare il problema degli insulti online su Rainbow Six: Siege sta raggiungendo il livello di guardia, se a dovervi porre rimedio è nientemeno che lo stesso team responsabile dello sviluppo del gioco. Tramite il proprio account ufficiale, Ubisoft ha non a caso dichiarato di voler porre rimedio alla questione, procedendo al ban immediato della durata di circa trenta minuti ai giocatori di Rainbow Six: Siege rei di questa infrazione, che diventerà di due ore in caso di reiterazione.

Nei casi peggiori Ubisoft ha altresì confermato la possibilità di procedere al ban definitivo dai server di gioco, sanzione che scatterà tuttavia solo dopo le opportune ed approfondite indagini del caso.